Un gruppo di ricercatori dell’Università nipponica di Kobe utilizzando una stampamte in 3D ha ricostruito un rene in 3D contenente una massa neoplastica.

I chirurghi hanno effettuato delle prove simulate sul modello prima di procedere all’intervento. Tumore che rappresenta il 3% dei tumori in Europa.

Questo modello permette di ridurre il margine di errore da parte del chirurgo operatore, riducendo d’altra parte lo stress psicofisico del chirurgo stesso che affronta in questo modo un “nemico” in parte conosciuto.

La tecnologia aumenta i costi dell’intervento di circa 1500 dollari.

 

Fonte: 3D-printed kidneys could become standard for simulated cancer surgery