Visita Medicitalia per info su Dr. Valentino Marzolini, Psichiatra, Psicoterapeuta. Trova telefono, indirizzo dove riceve, patologie trattate e curriculum.

Attenzione: l'iscritto non si collega da più di sei mesi, i dati potrebbero essere non aggiornati.

Dr. Valentino Marzolini

Psichiatra, Psicoterapeuta

Specialista in:

1 Consulti

0 Recensioni

Feed Rss Rss

Scheda vista 14.047 volte

0 News/Blog
0 Articoli
0 Speciali Salute
Indice di attività:
16% attività +16
0% attualità +0
0% socialità +0
Medico Ospedaliero per 30 anni, ora in pensione, al S. Gerardo dei Tintori

via Donatori del Sangue, 11 - 20058 Villasanta (Monza e Brianza) (MB) - Mappa

9.3094290 45.6099410

Vedi dettagli

Ultimi consulti erogati

Idoneita' alle categorie protette
20-07-2009 - Medicina legale e delle assicurazioni
Visto 1.531 volte

Informazioni professionali

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso università statale di milano. Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano.

Perfezionato in: Psicoterapia

Verifica dati su FNOMCeO.it »

Note e interessi

PERITO PSICHIATRA DEL TRIBUNALE DI MONZA
STUDIO: via Donatori di Sangue, 11 - 20058 VILLASANTA (MB), Tel. 039 5960541
DA 10/06/2008 ISCRITTO ALL'ORDINE DEI MEDICI DELLA NUOVA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA CON NUMERO:00596

Curriculum vitae

 
 





curriculum vitae in Formato europeo
di
VALENTINO MARZOLINI





 





Informazioni personali





 





Nome


 


Valentino Marzolini


...

Leggi tutto



Indirizzo


 


Via Archimede, 10 - 20058 VILLASANTA (MB)




Telefono


 


039 5960936 – 328 1821692




Fax


 


039 9716960




E-mail


 


valentino.marzolini@fastwebnet.it
sito web: www.valentinomarzolini.vpsite.it





 





Nazionalità


 


italiana





 





Data di nascita


 


11 giugno 1950





 
 





Esperienza lavorativa





               





• Dal 2 aprile 1999 – al 31 dicembre1980


 


Assistente medico psichiatra




• Nome e indirizzo del datore di lavoro


 


Ospedale Psichiatrico “Antonini” di Limbiate




• Tipo di azienda o settore


 


Sanitaria




• Tipo di impiego


 


Incaricato




• Principali mansioni e responsabilità


 


Assistenza degenti




• Dal 1 gennaio1980 al 30 giugno 2009


 


Medico psichiatra




• Nome e indirizzo del datore di lavoro


 


Azienda Ospedaliera S. Gerardo, via Pergolesi, 33 - 20052 Monza




• Tipo di azienda o settore


 


Sanità




• Tipo di impiego


 


Incarico poi trasformato in tempo indeterminato




• Principali mansioni e responsabilità


 


Ambulatorio, degenza, turni di reperibilità al Pronto Soccorso, dal 1988 coordinamento di strutture semplici





 





Istruzione e formazione





 





• Date (1999)


 


Diploma di licenza liceale classica al Liceo “T. Mamiani” di Roma




• Date (1977)


 


Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università Statale di Milano




Date (1981)


 


Diploma di Specializzazione in Psichiatria all’Università Statale di Milano




• Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione


 


Universitaria




• Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio


 


Psichiatria e psicoterapia




• Qualifica conseguita


 


Responsabile struttura semplice CURE’ TERRITORIALI




• Livello nella classificazione nazionale (se pertinente)


 


 





 
 





Capacità e competenze personali
Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali.





 
 





Prima lingua


 


Italiano





 
 





Altre lingue


 


Inglese




• Capacità di lettura


 


buona




• Capacità di scrittura


 


buona




• Capacità di espressione orale


 


buona





 
 





Capacità e competenze relazionali
Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc.


 


 Discreta esperienza nel lavoro di gruppo: sia in ambito ospedaliero che didattico nonché privato (vedasi formazione A.P.G. e la partecipazione alla vita politica monzese nella seconda metà degli anni ’90)


 




Capacità e competenze organizzative  
Ad es. coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci; sul posto di lavoro, in attività di volontariato (ad es. cultura e sport), a casa, ecc.


 


Dal 1988 ho ricoperto incarichi di coordinamento e responsabilità dirigenziale fino al 2002 e poi dal 2005 fino al pensionamento nel 2009.
D 1 gennaio 1988 fui promosso Aiuto Corresponsabile attraverso concorso interno e dal giugno di quell’anno diventai Corresponsabile del SPDC, poi nel settembre del 1990 ricevetti l’incarico di avviare l’attività di una Struttura Riabilitativa Residenziale in Monza, incarico da cui dovetti dimettermi nell’aprile 1991 perché ostacoli amministrativi bloccavano l’iniziativa.
In seguito il Primario mi nominò Coordinatore di un Nucleo Operativo per la Riabilitazione (NOR) composto da addetti provenienti dalle diverse qualifiche operanti nella U.O.P.
Con il NOR realizzammo il Progetto “Casa Iris”, denominazione assunta dalla Struttura Residenziale di cui sopra, nel frattempo affidata in gestione a un’Associazione non profit.
Sempre con il NOR ho lavorato alla ristrutturazione del Laboratorio Sociale “L. Donghi” appartenente alla “Cooperativa Stefania” di Lissone, che accoglie pazienti psichiatrici.
Tra il 92 e il 94 sono stato coinvolto nel Gruppo di lavoro e di ricerca sulla Qualità dei Servizi promosso all’interno della U.O.P., un’anteprima del lavoro ISO 9000 di quasi dieci anni dopo.
Nel 1994 ho ricevuto la nomina di consulente psichiatra del N.I.L. (Nucleo per gli Inserimenti Lavorativi) dell’USSL 29.
Nel 1994 ho avviato con un’Educatrice e un’A.S. del Servizio “Casa Primula”, il primo appartamento protetto per pazienti psichiatrici di questa U.O.P., messo a disposizione dall’Associazione ASVAP di Monza con il contributo del Lions Club.
Nel 94 il Primario costituisce un Gruppo di Programmazione e Coordinamento (“P&C”) - evoluzione istituzionale del NOR - di cui fui nominato Responsabile medico. Il P&C – composto di diverse figure professionali attive nell’Unità operativa cui eranostati affiancati due tecnici gestionali consulenti - ha svolto compiti di ricerca, elaborazione e redazione per la programmazione delle attività del Servizio.
La prima realizzazione del P&C è stata il “Progetto obiettivo: “Tutela socio-sanitaria integrata dei malati di mente Ussl 64 1) razionalizzazione dei processi di programmazione dell'area psichiatrica Ussl 64 2) potenziamento delle unità d'offerta del comparto riabilitativo dell'area psichiatrica (Anni 94-97).” Tra il 94 e il 98 il P&C partecipa alla stesura di tutti i progetti nella U.O.P. Con la successiva aziendalizzazione degli Enti sanitari, a partire dal 1998 il P&C sarà assorbito nella struttura amministrativa dipartimentale (DSM).
Tra il 91 e la prima metà del 94 ho svolto attività ambulatoriale presso il CPS di Monza, mentre dal giugno 94 fui nuovamente richiamato presso il SPDC per organizzare il suo ampliamento-trasferimento.
Dall’estate 95 ho frequentato per sei mesi il CRT di Besana Brianza, partecipando alle attività riabilitative e impegnandomi nello “Studio Multicentrico sulla valutazione integrata delle attività dei CRT”, promossa dal Gruppo Regionale di Coordinamento dei CRT; una cui prima comunicazione sui risultati è stata fatta al Congresso Italiano di Riabilitazione Psichiatrica tenutosi a Fiuggi nel febbraio 98.
 




 


 


Il nuovo SPDC presso la sede di Villa Serena fu reso operativo nel maggio 96; nello stesso anno, sempre in Villa Serena, sarà avviato un Atelier, di attività ricreative e di risocializzazione per pazienti ricoverati e per pazienti in Day hospital.
Fino al settembre 1997 sono stato Coordinatore Corresponsabile del SPDC e dell’Atelier.
Intanto, nel novembre 96 avevo ottenuto il Modulo organizzativo e funzionale di Riabilitazione psichiatrica e psicosociale, lunga assistenza, con decorrenza 01-01-1993.
Nel 1995-96 ho partecipato a uno studio multicentrico sull’efficacia dello strumento V.A.D.O. nella riabilitazione psichiatrica, coordinato dall’IRCCS Fatebenefratelli di Brescia.
Dal settembre 2005 sono Dirigente dell’Unità Operativa Semplice “Attività Territoriale non residenziale U.O.P. 37”
Nel luglio 2009 mi ritiro in pensione; ma prosegue la mia attività libero professionale, con particolare riguardo alla psichiatria forense.
 




Capacità e competenze tecniche
Con computer, attrezzature specifiche, macchinari, ecc.


 


Fin dal 1985 (quando frequentai a Milano il Corso: “Informatica nella pratica e nella ricerca psichiatrica: conoscere gli strumenti e utilizzarli”) ho appreso ad usare il computer, che padroneggio a sufficienza.
Negli anni 1979-84 mi sono sottoposto ad analisi personale con analista della S.P.I.
Dal settembre 1989 all’agosto 90 ottenni un congedo di un anno per attendere ad un Corso biennale di Psicoterapia di gruppo presso l’A.P.G.
Nel 1990 sono stato incluso nella lista degli psicoterapeuti dell’Ordine dei Medici di Milano.
Nel novembre dello stesso anno 1992 frequentai i Corsi di psicoeducazione familiare tenuti dal Prof. J. Falloon presso l’IREF.
Tra il 94 e il 96 partecipai ai due corsi del Prof. C. Perris sulla psicoterapia del paziente difficile organizzati dall’IREF.
Fin dall’anno 94 optai per la libera professione intra moenia.
Nel mese di aprile 1998 - su invito del Prof. R. Warner - fui inviato dal mio Ospedale a visitare per 15 giorni le strutture psichiatriche comunitarie di Boulder (Colorado).
Negli anni 92-94 ho svolto esercitazioni agli studenti di medicina iscritti al Corso di Psichiatria tenuto dal Prof. Pazzaglia.
Negli anni 93-94 sono stato Tutor nella Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica (Prof. Maffei)
Con l’anno accademico 94-95 cominciai la mia collaborazione al Diploma Universitario di Riabilitazione Psichiatrica e Psicosociale presso l’Istituto di Clinica Psichiatrica dell’Università di Milano (Coordinatore, Prof. Gabriella Ba), tenendovi un corso di cinque lezioni annuali come Professore a contratto (Argomento: La Comunità terapeutica). Tale collaborazione è continuata fino al 2002, quando ho cessato di lavorare nell’ambito riabilitativo e mi sono trasferito presso la U.O.P. del prof. Carta.
Con colleghi della U.O.P. ho elaborato un programma di Educazione Famigliare rivolto ai nuclei famigliari colpiti dalla malattia mentale, nel cui ambito continuo a tenere lezioni; inoltre sono annualmente impegnato in conferenze per gruppi d’ascolto localmente coinvolti: dai famigliari dei pazienti, agli operatori delle Croci, ai medici di famiglia.
Nell’ottobre 2000 sono stato nominato dalla direzione ospedaliera docente nel Corso di Formazione e Aggiornamento per Infermieri Neoassunti, Neo inseriti nel DSM (Argomento del corso, I disturbi dell’Asse I: schizofrenia e disturbi psicotici).
 




 


 


 





 
 





Capacità e competenze artistiche
Musica, scrittura, disegno ecc.


 


Interessi personali nella musica classica e nella letteratura





 
 





Altre capacità e competenze
Competenze non precedentemente indicate.


 


Dal 1997 ho cominciato a svolgere attività peritale in ambito libero-professionale, sia in campo civile sia penale, come Consulente tecnico del Tribunale di Monza.
Nominato nel settembre 97 Responsabile del CPS di Brugherio, ebbi l’incarico di attivare l’integrazione tra il Presidio e il nuovo CRT, la cui sede era stata ultimata nelle vicinanze.
Ciò si avverò nell’aprile 99: come Responsabile del Presidio Psichiatrico di Brugherio, ho dovuto coordinare l’Ambulatorio psichiatrico – già CPS -, il CRT ed il Centro diurno, dove complessivamente operavano tre psichiatri, due psicologi, cinque educatori, 15 infermieri e due OTA.
Tra il 98 e il 2000 mi sono presentato a diversi Concorsi per Direttore di struttura complessa nella Lombardia: in tutti sono stato valutato «idoneo» ma non il «prescelto».
Coordinato dall’IRCCS Fatebenefratelli di Brescia, il Programma di incontri-verifica tra Strutture residenziali riabilitative italiane (peer to peer) porta il Presidio di Brugherio ad ottenere nel 2000 l’accreditamento di eccellenza.
Sono dapprima nominato Referente del DSM per la ricerca PROGRESS dell’Istituto Superiore di Sanità sulle Comunità terapeutiche italiane, poi del programma RESPIL, che ne è lo sviluppo-approfondimento lombardo, sotto il coordinamento dell’Istituto M. Negri.
Tra il 2001 e il 2002 sono stato il Referente (RAQ) della U.O.P. 36 per la certificazione ISO 9000 del Dipartimento di Salute Mentale, incarico che ho ri-assunto nell’ottobre 2005 per la U.O.P. 37, contemporaneamente alla nomina di Responsabile di Servizi Territoriali Psichiatrici (= Dirigente di Struttura Semplice).
Dal luglio 2009 sono andato in quiescenza dal rapporto di lavoro col SSN.
Proseguo la mia attività libero professionale come specialista, psicoterapeuta e psichiatra forense.
 





 
 





Patente o patenti


 


Patente di guida tipo B





 
 





Negli ultimi dieci anni ho incrementato in modo esponenziale il mio impegno come psichiatra forense





 





 


 


Il sottoscritto è a conoscenza che, ai sensi dell’art. 26 della legge 15/68, le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali. Inoltre, il sottoscritto autorizza al trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dalla Legge 675/96 del 31 dicembre 1996.





 
 
SETTEMBRE 2009

Sito web

Attività su Medicitalia

Il Dr. valentino marzolini è specialista di medicitalia.it dal 2009.