Coito interrotto (coitus interruptus)

Dr. Nicola BlasiData pubblicazione: 03 luglio 2011

Le domande che più frequentemente pervengono a noi ginecologi sono quelle sul "coito interrotto" denominato simpaticamente in vari modi : "il sacrificio" , la "retromarcia" , il "salto della quaglia" , "processo breve" , "come quelli di SALO'". Il coito interrotto, o retrazione del maschio, è un metodo anticoncezionale molto antico, diffuso e talvolta anche efficace.

La percentuale di fallimenti varia tra il 16% e il 25% (CITTADINI e TIETZE). Uno dei motivi avanzati per spiegare i fallimenti di questo metodo, è che nel liquido preeiaculatorio sono presenti degli spermatozoi. Nella maggior parte dei fallimenti l'eiaculazione è probabilmente avvenuta prima della completa retrazione del pene.

I vantaggi del metodo consistono nel non richiedere nè spese nè l'uso di strumenti particolari.

Effetti collaterali inesistenti,anche se il coito interrotto è stato messo in relazione,in passato, con la ipertrofia prostatica e l'eiaculazione precoce.

L'informazione corretta dovrebbe iniziare,secondo il mio parere ,nell'età scolare,per evitare le gravidanze di minorenni.

Ha detto SIMONE WEIL quando il parlamento francese ha approvato la legge sull'aborto : "L'aborto costituisce sempre un fallimento,la sola vittoria consiste nell'evitarlo".

Autore

blasinicola
Dr. Nicola Blasi Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso Università di BARI.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bari tesserino n° 4485.

15 commenti

#1
Dr.ssa Valentina Pontello
Dr.ssa Valentina Pontello

caro Nicola,

mi fa piacere che venga affrontato questo argomento, molto trascurato.

Tempo fa feci una ricerca sul coito interrotto per un convegno.

Venne fuori che:

1- pur essendo il metodo contraccettivo più usato nel mondo dalle coppie stabili e non, non c'è molta letteratura al riguardo

2- come metodo per alcuni funziona anche molto bene, ma

3- presuppone che la partner femminile abbia più di 25 anni, ed il rapporto sia ben rodato

4- una eventuale gravidanza sia comunque bene accetta, altrimenti meglio altri metodi più sicuri

5- ovviamente non protegge da malattie a trasmissione sessuale, questo lo rende inadatto e pericoloso in caso di partner occasionali

#2
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Perfetto siamo d'accordo VALENTINA e ringrazio per le tue precisazioni.
SALUTI

#3
Utente 259XXX
Utente 259XXX

caro dottore pochi giorni fa,ho avuto rapporto con il mio fidanzato a coito interrotto...ma purtroppo non è andata come doveva...infatti una parte del suo sperma è rimasto dentro....l'unica cosa è che sto nella fase premestruale,quindi a momenti mi dovrebbe arrivare il ciclo...quante possibilità ho di essere incinta???

#4
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

è un rapporto a rischio,per ulteriori domande deve seguire la procedura dei consulti.
SALUTI

#5
Utente 269XXX
Utente 269XXX

Salve dott,
le volevo chiedere un informazione... ho un ciclo regolare di 28-29 giorni..ultima mestruazione il 24 agosto,quindi il 21-22 settembre mi sarebbe dovuto tornare il ciclo...oggi è 28 settembre ma niente...
ho avuto dei rapporti col coito interrotto da domenica 2 settembre fino ad ora (concentrati sopratutto dal 2 al 6 settembre)..
mercoledi' ho fatto il test d gravidanza ed era negativo (anche se spulciando in rete ho letto che ci sono stati casi di falsi negativi). Secondo Lei è possibile che sia incinta...? nonostante fossimo stati atenti col coito interrotto,c'è qualche possibilità? La ringrazio anticipatamente!
distinti saluti!

#6
Utente 270XXX
Utente 270XXX

salve dottore,ho avuto un solo rapporto con coito interrotto in concomitanza col periodo ovulatorio,diciamo un 2/3GG prima...che probabilita' ci sono di rimanere incinta? ha eiacilato fuori ovviamente! ma davvero le perdite pre eiaculatorie potrebbero fecondare? grazie dottore!

#7
Utente 270XXX
Utente 270XXX

gentile dottore,un'altra domanda: c'e' un modo per capire,una volta avviata una gravidanza qual'e' stato piu' o meno il giorno di concepimento? ho sentito che e' possibile vedendo le misure del crl del feto? mi conferma? tramite betahcg invece?

#8
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

per i consulti ,dovete seguire un altro percorso.
Comunque non è certa la gravidanza deve prima dosare le beta HCG.

#9
Utente 424XXX
Utente 424XXX

Salve,
sono una ragazza di 20 anni e l'altro giorno ho avuto un rapporto iniziato con il preservativo ma continuato senza...io ero al 10 giorno di ciclo e premetto di avere un ciclo abbastanza regolare (26/28 giorni). Durante l'atto abbiamo dovuto lubrificare più volte il suo pene perchè risultava sempre asciutto; al termine del rapporto lui è uscito ed è venuto fuori (di questo ne siamo certi entrambi); ora la mia paura però è che possa essere successo qualcosa a causa del liquido pre eiaculatorio anche se a noi, come accennato prima, non sembra sia uscito nulla...la prego, mi può se possibile, dare delle delucidazioni riguardo questa nostra paura? su internet ci sono dei pareri contrastanti riguardo alla presenza o meno di spermatozoi in tale liquido...premetto: prima di avere il rapporto abbiamo effettuato del sesso orale e lui prima di questo ha perso del liquido pre eiaculatorio...
attendendo una sua risposta le porgo cordiali saluti

#10
Utente 420XXX
Utente 420XXX

Salve dottore,
su alcuni siti riportano che il coito interrotto aumenta il rischio di varicocele,ora io ho postato un'altra domanda su medicitalia e un esperto ha risposto che non c'è nessuna correlazione tra coito interrotto e varicocele,però voglio sapere lei cosa ne pensa?
Questo non significa che non mi fido di un vostro collega ma,vorrei avere un opinione in più e inoltre se magari lei la pensa come il suo collega e un modo in più per sfatare questa cosa.

grazie per l'attenzione

#11
Utente 475XXX
Utente 475XXX

Salve dottore,
Volevo chiederle un informazione
Parto dicendole che ho un ciclo irregolare che varia dai 20/49 giorni con una durata di 3/5 giorni... due settimane fa ho avuto un rapporto a coito interrotto non protetto,il ciclo con mi è ancora arrivato essendo al 49 giorno...
qual è la probabilità che io rimanga incinta? Qual è la percentuale di possibile gravidanza in un rapporto simile?
Cordiali saluti,
In attesa della sua risposta

#12
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

La percentuale di fallimenti varia tra il 16% e il 25%e uno dei motivi avanzati per spiegare i fallimenti di questo metodo, è che nel liquido preeiaculatorio potrebbero essere presenti degli spermatozoi vivi e mobili. Nella maggior parte dei fallimenti l'eiaculazione è probabilmente avvenuta prima della completa retrazione del pene.
SALUTI

#13
Utente 404XXX
Utente 404XXX

Buongiorno, ho 36 anni, e volevo chiedere una informazione. Ho avuto un rapporto con un uomo di quasi 50. Inizialmente non abbiamo usato il preservativo, nel senso che è avvenuta la penetrazione per un po' di tempo e poi ha messo il preservativo. Non l'ha messo quando stava venendo, tant'è che dopo che l'ha messo è venuto dopo un po'. Io quel giorno ho fatto il test dell'ovulazione ed è uscito positivo. Spesso facciamo così e non è mai successo niente. Il test l'ho fatto perché con mio marito stiamo provando ad avere un figlio che non arriva perché lui aveva problemi nello spermiogramma, forse risolti. Ho chiesto a quest'uomo se può aver avuto perdite, e lui mi ha assicurato di no, anzi, non capiva come mai gli facessi questa domanda, e gli ho detto che mi stava venendo paura perché ero nel periodo fecondo. Vorrei precisare che con mio marito ho avuto rapporti non protetti i giorni precedenti, il giorno stesso e il giorno dopo. Volevo sapere se posso stare tranquilla. Grazie

#14
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Veramente impossibile dare certezze in queste situazioni, nessuna certezza sulla presenza di spermatozoi nel liquido preeiaculatorio , nessuna certezza sui rapporti che ha avuto in precedenza con suo marito.
Purtroppo il metodo insicuro porta automaticamente al consiglio della contraccezione d'emergenza.

#15
Utente 527XXX
Utente 527XXX

Gentile dottore, le scrivo qui perché sono molto preoccupato. Ho praticato del petting con la mia ragazza (siamo entrambi vergini) e ad un certo punto ho provato una penetrazione breve e minima, di massimo 20 secondi e di pochi centimetri. Avendo una paura incredibile che possa aver provocato una gravidanza indesiderata , c'è questo rischio anche se non ho eiaculato né prima né dopo la minima penetrazione?

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.