Monitoraggio ecografico dell'ovulazione

Dr. Franco LisiData pubblicazione: 01 gennaio 2014

Il cuore dello studio dell'infertilità e di tutta la fecondazione assistita é il monitoraggio ecografico dell'ovulazione. Il monitoraggio va assolutamente effettuato nella diagnosi di anovulatorietà, integrandolo con i dosaggi ormonali: un caso tipico é la Sindrome Dell'Ovaio Policistico. Il monitoraggio ecografico va eseguito anche nella preparazione per l'inseminazione artificiale intrauterina per stabilire il timing esatto in cui eseguire la inseminazione.

Il monitoraggio ecografico va eseguito  anche come guida nella stimolazione follicolare multipla per tecniche di fecondazione assistita maggiore come la FIVET e la ICSI. Nella stimolazione follicolare multipla per FIVET e ICSI, il monitoraggio ci dà informazioni fondamentali sulla crescita e sul numero dei follicoli e anche informazioni su come modulare la stimolazione ormonale dell'ovaio. Ci permette di capire se la risposta é troppo scarsa e quindi aumentare il numero delle U.I. di FSH da somministrare e magari interrompere il trattamento se la risposta é troppo esigua.

Oppure in caso di risposta esagerata in termine di numero di follicoli, ci permette di ridurre il numero di U.I. di FSH per ottimizzare la risposta oppure interrompere la stimolazione in caso di rischio di sindrome di iperstimolazione ovarica; e poi ci permette di stabilire con accuratezza il timing per il prelievo degli ovociti, per non rischiare di recuperare ovociti non maturi.

Soprattutto nella stimolazione follicolare multipla per FIVET e per ICSI, il monitoraggio va integrato con il dosaggio di E2, LH e progesterone : il dosaggio va eseguito al mattino in un laboratorio che fornisce le risposte in giornata, in modo da poter prendere qualsiasi decisione terapeutica avendo a disposizione un fotografia in tempo reale della situazione ecografica ed ormonale.

Il monitoraggio ecografico va eseguito sempre con sonda ecografica intra vaginale e non con sonda transaddominale. In questa maniera la risoluzione e la qualità delle immagini é nettamente superiore e si riesce a valutare con accuratezza il numero e il diametro dei follicoli.

Autore

francolisi
Dr. Franco Lisi Ginecologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1979 presso Università La Sapienza Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 28045.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche ovulazione 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati