Posso fare il vaccino di Pertosse in gravidanza? È consigliabile?

Dr. Ario JoghtapourData pubblicazione: 10 dicembre 2017

Vaccino anti- difterite, tetano, pertosse in gravidanza (dTpa)

La pertosse contratta nei primi mesi di vita può essere molto grave ed in alcuni casi mortale, di conseguenza è necessario offrire la protezione al neonato.

A causa dell’immunità declinante conferita sia dalla malattia che dalla vaccinazione nel tempo è consigliabile la vaccinazione della madre (spesso la fonte di infezione è la madre) nelle ultime settimane di gravidanza con consentendo al trasferimento passivo di anticorpi al lattante fino all’effettuazione del ciclo vaccinale di base.

La vaccinazione della donna viene offerta nel terzo trimestre (idealmente intorno alla 28a settimana) di ogni gravidanza (ovvero anche se già vaccinata in una precedente gravidanza).

 Il vaccino si è dimostrato sicuro sia per la donna in gravidanza che per il feto.

 Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale - PNPV 2017-2019 Versione 17

Vaccino

Autore

ariojoghtapour
Dr. Ario Joghtapour Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1997 presso Univerdità degli studi di Perugia.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Arezzo tesserino n° 2513.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche vaccino 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati