Qual è la strategia più utile, per raggiungere l'orgasmo?

Dr.ssa Monica CappelloData pubblicazione: 11 giugno 2019

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

Per una donna il raggiungimento dell'orgasmo, non è così facile, come per un uomo. Questo fenomeno dipende da moltissime cause, che contribuiscono alla mancanza di un completo piacere femminile. Tra i motivi principali che bloccano il totale godimento di una donna, alcuni di essi ricoprono una valenza fondamentale.

Ecco quali sono:

 1.Poca agilità e destrezza fisica

 2.Cattivo rapporto con il proprio corpo

 3.Vergogna nell’esprimere i propri desideri

 4.Posizioni sessuali sempre uguali

Al primo tipo di problema si può ovviare “facilmente” con un’attività fisica mirata, ovvero con gli Esercizi di Kegel. Questi esercizi migliorano l’uso di alcuni muscoli implicati proprio nel rapporto sessuale e permettono di controllare il piacere, direzionandolo nel modo giusto e verso il raggiungimento dell’orgasmo.

Il secondo punto, noto purtroppo alla maggior parte delle donne, è la causa principale delle cattive “abitudini sessuali”. Quando una donna è, infatti, a disagio e non conosce bene la sua sessualità, difficilmente potrà avere un orgasmo. La stimolazione clitoridea, come quella vaginale, richiedono, infatti, la conoscenza del funzionamento degli organi implicati e la giusta “rilassatezza” nel saperli usare. Da una parte, è molto diffusa la preoccupazione, durante l’amplesso e i preliminari, di mostrarsi per ciò che si è. Dall’altra, poche donne riescono a capire come funziona davvero il proprio piacere, poiché non riescono a rilassarsi completamente. In entrambi i casi, spesso strettamente legati tra loro, la soluzione è una sola: imparare prima ad amarsi. Ciò significa, sia praticare l’autoerotismo, sia abbandonare i complessi, abbandonandosi al piacere.

Un buon metodo per avere un orgasmo durante la penetrazione è, per esempio, cambiare molte posizioni e, soprattutto essere pronte a far ciò, sentendo il proprio corpo e le sensazioni che esso manda, e non soltanto per il piacere di lui. Iniziare con una posizione supina, lubrificare, farsi fare del sesso orale, anche come preliminare, sono azioni fondamentali se si vogliono stimolare bene clitoride e vagina.

Allo stesso modo, chiedere al partner di soddisfare i propri bisogni necessita della capacità di bloccare il suo piacere. Lui dovrebbe sapere esattamente cosa ci piace e come possiamo avere un orgasmo. Può trattarsi, per esempio, di fare l’amore con l’ausilio di un sex toy, un gel stimolante, del sesso orale, utilizzando anche tante simpatiche “delizie” da spalmare! Insomma, aspettare che sia lui a capire che cosa fare per regalarci un orgasmo, è una strategia che non ha mai funzionato.

La maggior parte delle coppie, non solo quelle di vecchia data, fa l’amore sempre nello stesso posto e nella stessa posizione. Il sesso richiede, invece, variabilità, fantasia e concentrazione. Tutto questo si può ottenere con piccole trasgressioni alla regola: avere rapporti in posti eccitanti come sedie, sedili ed elettrodomestici e, se non si è raggiunto l’orgasmo durante il rapporto, si può sempre chiedere di continuare con la stimolazione orale…Mai fingere di aver raggiunto il piacere! E’ importante che nella coppia ci sia sincerità, per imparare a conoscersi meglio e aumentare la complicità.

Un altro aspetto psicologico importante riguarda il potere dei ruoli. Reggere le redini della partita è fondamentale nell’eccitazione femminile. Lo sapevate, per esempio, che riuscire a dominare un uomo tenendogli bloccata una mano dietro la schiena, può essere eccitante fino all’orgasmo? Allo stesso modo, anche permettergli di fare altrettanto, può essere davvero stimolante: è soltanto questione di gusti!

Molte donne hanno fantasie erotiche con le quali si eccitano moltissimo. Alle mie pazienti che non riescono a rilassarsi a tal punto da raggiungere l’orgasmo, consiglio spesso di fantasticare senza alcun senso di colpa. Un immaginario erotico sviluppato e articolato, è infatti una prerogativa importante per aumentare il livello dell’eccitazione e la lubrificazione vaginale, fondamentali per un orgasmo intenso!

Se l’ANORGASMIA è primaria, quindi non siete mai riuscite a raggiungere l’orgasmo con nessun partner, sarebbe utile iniziare un percorso psicosessuologico, nel quale verranno affrontati diversi aspetti, legati alle emozioni, alle fantasie erotiche e alla modalità che siete solite usare durante gli approcci con il vostro partner. Una consulenza sessuale vi aiuterà a conoscere meglio il vostro corpo, ad amarvi e a lasciarvi andare completamente durante il rapporto sessuale, fino al tanto sospirato ORGASMO !!!

Autore

monicacappello
Dr.ssa Monica Cappello Psicologo, Sessuologo

Laureata in Psicologia nel 1999 presso Universita degli Studi di Torino.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Piemonte tesserino n° 3349.

4 commenti

#1

Gentilissima dottoressa,
tutto quanto ha scritto è condivisibile, ma mi permetto di rilevare che, spesso, se la donna non raggiunge l'orgasmo (in condizioni di perfetta salute fisica), nonostante i consigli che giustamente hanno un ruolo importante, la "colpa" non è della donna, ma del maschio.
Tra i tanti suggerimenti, la stimolazione orale della clitoride e della vagina è una pratica non semplice e dovrebbe essere insegnata al partners che deve essere però predisposto ad imparare.
Non è sufficiente il cunnilingus eseguito senza alcuna accortezza per esempio comportandosi come se si stesse gustando velocemente un'ostrica.
Non basta stimolare la clitoride solo utilizzando il contatto orale e senza sapere che il godimento dovuto alla clitoride è "circolare", ovvero la stimolazione va effettuata su tutto il contorno della stessa.
Dovrebbe essere la donna a indirizzare, guidare i "movimenti" stimolanti dell'uomo su se stessa, ma convengo con Lei che timidezza, vergogna di esprimersi sono fattori inibenti.
Senza nulla togliere alle altre "strategie", ritengo che la stimolazione preliminare della clitoride nei modi suddetti, sia l'elemento principale per un orgasmo femminile completo e soddisfacente.
Queste mie deduzioni (onde eviatre ironiche illazioni) derivano dall'ascolto di molte donne che, nell'indagare anamnesticamente patologie di mia competenza, i sintomi investono anche la sfera sessuale.

Cordialmente

#2
Dr.ssa Monica Cappello
Dr.ssa Monica Cappello

La ringrazio, Dott. Migliaccio, per le interessanti considerazioni!

Il sesso orale è, sicuramente, una pratica fondamentale per raggiungere un alto livello di eccitazione, prima della penetrazione. Consiglio sempre alle mie pazienti, di iniziare il rapporto con penetrazione, soltanto se si ritiene di avere un livello molto alto di eccitazione, proprio per favorire il raggiungimento dell'orgasmo.

Ho parlato dell'importanza del SESSO ORALE, in un precedente articolo, e in alcune videointerviste rilasciate a La Stampa.it e Diariodelweb.it ...

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/4662-l-importanza-del-sesso-orale-nella-coppia.html

L'utilizzo di FANTASIE EROTICHE è, però, lo strumento probabilmente più efficace, per riuscire ad avere un orgasmo in tempi relativamente brevi. Un immaginario erotico sviluppato, denota disinibizione, assenza di tabù e pregiudizi, ed è molto utile se la coppia ha la capacità di utilizzarlo, durante il coito...

Buona giornata e buon lavoro!

#4
Utente 606XXX
Utente 606XXX

Sinceramente, dott Migliaccio, non sapevo che bisognasse fare così, alla verde età di 42 anni. Certo che se le donne non ci spiegano, non è che possiamo saperlo da soli :)

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.