Utente
Buongiorno egregi dottori,

io sono da sempre stato soggetto alle punture degli insetti, specialmente zanzare con reazione consistente in
eruzioni cutanee contenute, che sparivano in poche ore.
Da quest' anno, in corrispondenza dei tre mesi di caldo asfissiante ho continuato a prendere moltissime punture di insetti
(zanzare, pappataci ed altro). Solo che ho constatato una reazione enorme rispetto agli anni precedenti con formazione di ponfi enormi rossastri, con un notevole prurito, che permanevano anche 2-3 giorni, questo nonostante l' uso ripetuto di repellenti. Dopo aver preso la puntura anche l' applicazione di prodotti specifici e di cortisone x via topica, ho notato che non miglioravano più di tanto i ponfi. Come si spiega la differenza fra quest' anno e i precedenti? Si è forse instaurata una reazione allergica a specifici insetti. Preciso che assumo i
seguenti farmaci da anni: lorazepam, anafranil ed inderal. Ringrazio per la gradita risposta e porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Ida Fumagalli

24% attività
16% attualità
12% socialità
SPILIMBERGO (PN)
MILANO (MI)
FIUME VENETO (PN)
UDINE (UD)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Vorrei sapere se soffre o ha sofferto di altre allergie.
Inoltre se presenta in assenza di punture d'insetto episodi di prurito.
Gli esami ematici di base sono normali?
I farmaci che assume potrebbero influenzare il disturbo.
Soprattutto l' inderal può accentuare la reazione.
Le consiglio una visita allergologica e intanto come terapia sintomatica un antistaminico evitando quando lo assume il lorazepam. Consulti il suo medico. Meglio evitare le punture evitando per es di stare in giardino quando nel tardo pomeriggio si riempie di questi insetti
In casa usi quei prodotti che si diffondono nell'aria e allontanano le zanzare.
Utili le zanzariere se non le avesse già.
Dr. Ida Fumagalli

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dr. Ida Fumagalli,
grazie x la risposta. Le preciso che, per quanto ne sappia io non soffro di allergie, e non ha episodio di prurito.Gli esami ematici di base sono normali. E' solo da quest' estate che ho avuto queste reazioni con enormi ponfi e tanto prurito. Negli anni scorsi ero soggetto alle punture di zanzara e altro, ma con piccole reazioni cutanee. L' inderal lo prendo da circa 3 anni x una fastidiosa tachicardia (ne prendo 1/2 x 2 v. al gg.). Il lorazepam e anafranil li prendo, purtroppo da una ventina d' anni x una sindrome ansioso depressiva e pur tentando di ridurli non ne sono mai stato capace, anche x la grave malattia di mia moglie, iniziata 22 anni fa (tumore al seno) e culminata con la morte avvenuta 5 anni fa, dopo grandi sofferenze. Volevo capire come mai, prendendo l' antistaminico devo evitare il lorazepam?
La ringrazio infinitamente x la risposta e Le porgo cordiali saliti.

[#3]  
Dr. Ida Fumagalli

24% attività
16% attualità
12% socialità
SPILIMBERGO (PN)
MILANO (MI)
FIUME VENETO (PN)
UDINE (UD)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Perché l'antistaminico ha anche una lieve azione sedativa e può dare sonnolenza.
Potrebbe in alternativa all' antistaminico ricorrere in caso di reazioni importanti a un cortisonico a basso dosaggio per poochi giorni.
La cosa migliore è evitare per quanto possibile le punture.
Il ribes nero ha una azione antiallergico e non mi risulta avere controindicazioni.
Si consulti con il suo medico.
L'inderal non può sospenderlo date le aritmie ma potrebbe chiedere al cardiologo se può sostituirlo .
Visto però che le zanzare ci sono solo d'estate cercherei di puntare sulla prevenzione.
Senta un allergologo.
Dr. Ida Fumagalli

[#4] dopo  
Utente
Grazie infinite dr.ssa e cordiali saluti.