Utente
Buongiorno
da circa 2 anni soffro di allergia parietaria (come da prick test). Il problema più grande è il prurito alla gola. La cura è ayrinal e rinoclenil (setto nasale deviato e probabile poliposi lieve) Nonostante sia un farmaco di nuova generazione lo prendo alle prime ore dell’alba o notte inoltrata perché comunque mi provoca spesso sonnolenza ed inoltre sono soddisfatto al 70%.
La mia domanda è tra rinoclenil ed avamys quale provoca minore effetti collaterali, qual è il migliore in termini di efficacia/effetti collaterali.
Sentii in tv che avamyss è un cortisonico molto blando, inoltre una mia amica che soffre da tanti anni di allergia molto seria sostiene di prendere avamys solo 2/3 volte settimana, stando benissimo ed abolendo l’antistaminico (che le portava molta sonnolenza).
Al solo pensiero di prendere cortisonici mi fa infuriare, odio prendere così tanti farmaci.
Vi ringrazio infinitamente per la disponibilità.
Alex

[#1]  
Dr. Valerio Langella

40% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
BOSCOREALE (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
..Gentile Signore, in realtà la risposta a farmaci, le modalità e frequenza di somministrazione hanno un effetto variabile a seconda del soggetto (fenotipo e genotipo in termini medici). Purtroppo non esiste regola, ma esiste una terapia sartoriale, ovvero ad personam, che tenga conto di una serie di variabili. Essere allergico "solo " alla parietaria non significa che Lei rispetto ad altri è " avvantaggiato ". L'unica via è collaborare costantemente con il proprio allergologo al fine di ottimizzare la terapia e raggiungere risultati clinici soddisfacenti.
A disposizione per qualsiasi ulteriore spiegazione e/o consiglio.
PS l'assorbimento sistemico dei cortisonici inalatori è da ritenersi, alla luce di dati farmacologici noti, alquanto trascurabile, quindi se necessario lo usi senza problemi, ovviamente su indicazione medica.
Distinti saluti
Dr. VALERIO LANGELLA

[#2] dopo  
Utente
grazie