Utente 410XXX
Buongiorno,
Ringrazio anticipatamente gli specialisti che mi risponderanno.
Premetto di aver postato già la mia situazione nella sezione "gastroenterologia" ma vorrei avere anche un parere di voi esperti allergologi-immunologi.

Sono un ragazzo di 34 anni, sportivo con una buona vita sia sentimentale che lavorativa.
Sono qui a chiedere un consulto molto importante dopo circa 4 anni di calvario.

Sostanzialmente ho esordito con una gastrite acuta con reflusso biliare (diagnosticati tramite gastroscopia) circa 4 anni fa con sintomi molto forti (bruciore di stomaco, indigestione, nausea). La gastrite acuta si é risolta nel giro di tre mesi tramite utilizzo di IPP e procinetici.
Dopodiché é rimasta una gastrite cronica (anche qui diagnosticata tramite gastroscopia) che non riesco a curare (nonostante svariati cicli di IPP, procinetici, antiacidi e affini)
Permangono ad oggi sintomi cronici di bruciore di stomaco, pesantezza dopo i pasti, nausea soprattutto al mattino.
Sotto consiglio di specialisti ho fatto svariati esami (esami del sangue, delle feci, ricerca HP, gastroscopie, Celiachia, ecografie addominali ecc)
Vi cerco di riassumere qui sotto gli unici esami risultati negativi:

- GASTRINA, valore 11 pg/ml (13-115)
- ANCA ATIPICI: positivi++ (gli altri ANCA sono negativi)
- CALPROTECTINA: positiva, valore 88 mg/kg (0-50)
- INTOLLERANZA AL LATTOSIO: alta (diagnosticata tramite breath test) . . ho eliminato il lattosio da 3 anni senza benefici
- ALFA AMILASI, valore 98 U/L (24-94)

E' stato chiaramente ipotizzata anche una causa psicosomatica della malattia.
Sotto consiglio di specialisti (psichiatri e psicologi) ho fatto cicli di antidepressivi e utilizzato ansiolitici senza avere alcun risultato.

Il mio problema é esclusivamente lo stomaco (con i sintomi descritti sopra) a volte accompagnato da diarrea e feci molli (pur non sentendo fastidi/dolori all'intestino), non soffro di ansia/depressione ecc, dormo benissimo, ho una vita soddisfacente.
Aggiungo inoltre che esattamente il giorno in cui é iniziata la gastrite acuta (4 anni fa) mi e' comparsa quella che un dermatologo ha diagnosticato come CHERATOSI PILARE (sulle guance, molto evidente) che tutt'oggi è presente (e' praticamente fissa, non varia mai).

Negli esami leggo che gli ANCA atipici positivi ++ possono essere correlati a numerose patologie autoimmune e non.
Siccome la mia gastrite/duodenite sembra incurabile tramite i classici farmaci vorrei capire se ci possa essere una correlazione con una malattia autoimmune o in generale con gli ANCA ATIPICI positivi + la CALPROTECTINA positiva.
Come potete capire sono un po' affranto dal fatto di avere questi sintomi da 4 anni senza cura e senza spiegazione.

Grazie mille per l'attenzione e scusate per il lungo post.

[#1]  
Dr.ssa Marta Boi

20% attività
8% attualità
8% socialità
IGLESIAS (SU)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Gentile paziente, da quello che descrive approfondirei con delle biopsie su mucosa gastrica e duodenale e colonscopia con biopsie seriate. I dati indicati non sono indicativi di sicura patologia. Eventualmente ripeta gli esami per la celiachia anche con test genetico.
Dr.ssa marta boi

[#2] dopo  
Utente 410XXX

Buongiorno Dr.ssa Marta Boi,

Intanto la ringrazio per la risposta.

Riferendosi a quanto scritto da Lei le comunico di aver già effettuato recentemente alcune delle indagini da Lei indicate, ovvero:

GASTROSCOPIA
Esofago regolare, con marcata iperemia della mucosa sopra-cordiale. Cardias incontinente, con pilastri diaframmatici e giunzione castro-esofagea coincidenti a 44cm dagli incisivi.
Stomaco con motilità vivace e presente ovunque, contenente liquido biliare e muco a digiuno.
La mucosa gastrica presenta aspetto normale nel fondo, ipotrofia nel corpo ed antro con iperemia pre-pilorica.
Piloro regolare.
Non lesioni del duodeno, esplorato fino al ginocchio inferiore.
CONCLUSIONI
Incontinenza cardiale; gastropatia ipotrofica del corpo ed antro con iperemia antrale.

BIOPSIA ESOFAGO
Lembi di epitelio malpighiano esofageo con morfologia regolare

BIOPSIA CORPO STOMACO
Mucosa ossidrica sede di lieve flogosi cronica (1+) in fase di minima attività (1+).
Non si osserva metaplasia intestinale.
Non si osserva atrofia ghiandolare.
Non si osservano microorganismi riconducibili ad HP

BIOPSIA ANTRO STOMACO
Mucosa ossidrica sede di lieve flogosi cronica (1+) in fase di quiescenza.
Non si osserva metaplasia intestinale.
Non si osserva atrofia ghiandolare.
Non si osservano microorganismi riconducibili ad HP

BIOPSIA DUODENO
Mucosa duodenale con regolare trofismo delle cripte e rapporto villo/cripta pari a 3/1. Conta linfociti intraepiteliali inferiore a 25 su 100 epiteli. Negativa la ricerca di parassiti. Mucosa duodenale priva di significative alterazioni

ESAMI SANGUE ALLERGIE E CELIACHIA
S-Ige Totali: 26 kU/l (range 0-87)
S-Ab anti transglutaminasi IgA 1,20 U/ml (range 0-20)
S-Immuno Globuline A (IgA) 426 mg/dL (range 80-530)

ESAME DQ2/DQ8 NEGATIVO

COLONSCOPIA (effettuata due anni fa in presenza degli stessi sintomi descritti)
Esame condotto sino all'ileo terminale. Gli ultimi cm di ileo terminale, la valvola ileocecale e il cieco nella norma. Nel colon sinistro prossimale si osservano due isolati ampi diverticoli senza segni di flogosi. Non altre lesioni a carico dei restanti tratti colici e del retto esaminati.
Non sono state effettuate biopsie.

TAC ADDOME COMPLETO Completamente negativa

Come vede Dottoressa ho già fatto parecchie indagini.
Vorrei capire se mi sta sfuggendo qualcosa in base agli esami del sangue e delle feci positivi (ANCA ATIPICI, gastrina e calprotectina)

In attesa di sua risposta la ringrazio

[#3]  
Dr.ssa Marta Boi

20% attività
8% attualità
8% socialità
IGLESIAS (SU)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Deve stare tranquillo. Gli ANCA e la calprotectina lievemente mossi non sono specifici. Ha fatto tutti gli accertamenti necessari che sono risultati negativi e non ha altri sintomi riconducibili a malattie autoimmuni Ripeta gli esami di autoimmunità completi ANA, ENA, aDNA e la calprotecrina tra sei mesi.
Cordiali saluti
Dr.ssa marta boi

[#4] dopo  
Utente 410XXX

Buongiorno Dottoressa,

Grazie ancora per la risposta.

Altre due domande:

1) Gli esami di autoimmunità completi da lei indicati (ANA, ENA e aDNA) non li ho mai fatti (ho fatto solo gli ANCA ad Ottobre 2018). Non è meglio farli ora anziché tra sei mesi per verificare se sono nella normalità? Sono tutti esami del sangue giusto?

2) La mia rilevante intolleranza al lattosio (rilevata tramite breath test nel 2016) potrebbe aver fatto "sballare" gli ANCA ATIPICI (ottobre 2018) nonostante io abbia eliminato il lattosio dalla mia dieta da almeno tre anni?

In attesa di sua risposta la ringrazio ancora.

[#5]  
Dr.ssa Marta Boi

20% attività
8% attualità
8% socialità
IGLESIAS (SU)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buongiorno. Potrebbe farli anche subito. Visto che è passato tanto tempo ripeta anche gli ANCA e la calprotectina.
Non c’è evidenza che l’ intolleranza al lattosio sia causa dell’ aumento degli ANCA atipici.
Cordiali saluti
Dr.ssa marta boi

[#6] dopo  
Utente 410XXX

Buongiorno a Lei Dottoressa.
Grazie mille per la cortese risposta.

Prendo occasione dunque per rifare anche gli ANCA e la calprotectina e la tengo aggiornata sui risultati.

Cordiali saluti