Utente
Buonasera gent.
mi dottori, per favore un consulto per mio figlio.
37 anni, normopeso, no fumo, no alcol. Affetto da 4 anni da sclerodermia sistemica con precoce ed ottimo controllo, fino ad ora stabile senza segni di evoluzione
Controlli inizialmente ogni sei mesi, successivamente annui.
Tra i vari esami di routine che dovremmo esibire al prox controllo, c’è la spirometria che però a questo giro, riporta dati non completamente nella norma di cui sono MOLTO preoccupato, pertanto gradirei tantissimo un Vs professionale parere.

Riporto l’esito:
Dati migliori ottenibili.

DLCO REF 32. 8 PRE MEAS 25. 0 PRE REF 76
DL Adj REF 32. 8 PRE MEAS 25. 0 PRE REF 76

VA LITRI REF 6. 75 PRE MEAS 5. 31 PRE REF 79
DLCO/VA REF 4. 75 PRE MEAS 4. 72 PRE REF 99
DL/VA Adj REF 4. 75 PRE MEAS 4. 72 PRE REF 99
1VC LITRE REF 4. 99 PRE MEAS 4. 07 PRE REF 82
(I primi due esiti al punto 25. 0 sono segnati in rosso)

Alterazione ventilatoria ostruttiva di grado lieve.
Test Farmodinamico: la ripetizione dell’esame 15 minuti dopo l’inalazione di un broncodilatatore (Salbutamolo 400 mcg) evidenzia che non vi è stata una significativa riduzione dell’ostruzione bronchiale.
TEST DIFFUSIONE DLCO
La capacità di diffusione (DLCO) risulta lievemente ridotta, la capacità di diffusione specifica (DLCO/VA) risulta nella norma.

Aggiungo che mio figlio lavora da tanti anni in una carpenteria in ferro e svolge mansione di saldatore.
Questo potrebbe favorire un aggravamento per la sua malattia?
Inoltre avendo appuntamento programmato ma non a breve, nel frattempo sarebbe utile esibire ulteriori e mirati esami di indagine... eventualmente quali?
Grazie mille attendo per favore Vs gentile parere
Cordialità

[#1]  
Dr. Paolo Fancello

24% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente la sclerodermia è una malattia autoimmune sistemica che può dare una interstiziopatia. Polmonare, inoltre il lavoro di saldatore di suo figlio che inala appunto vapori della saldatura già di pr se possono provocare la broncopneumopatia ostruttiva. Per fortuna sono migliorate anche le nostre possibilità di cura per cui si rivolga ad un Pneumologo della sua zona con fiducia
Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

[#2] dopo  
Utente
Dr grazie mille x la risposta.
In effetti l'ho sempre pensato che il lavoro di mio figlio fosse controproducente, spero di riuscire a renderlo persuaso che lo deve cambiare, ci ho provato tante volte a convincerlo ma senza successo, è quello che ha imparato e lo sa fare pure molto bene, ma non può + svolgerlo!

Chiedo x favore un ulteriore chiarimento in tutta franchezza su questo punto (copio-incollo) :
dopo l’inalazione di un broncodilatatore (Salbutamolo 400 mcg) evidenzia che non vi è stata una significativa riduzione dell’ostruzione bronchiale.
Questo significa che pur essendo lieve l'insufficienza è già abbastanza compromesso al punto di non rispondere neppure ad inalazioni con broncodilatatori?

Nuovamente grazie e cordiali saluti

[#3]  
Dr. Paolo Fancello

24% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Non è una risposta che le posso dare senza ulteriori accertamenti
Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

[#4]  
Dr. Paolo Fancello

24% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente la sclerodermia è una malattia autoimmune sistemica che può dare una interstiziopatia. Polmonare, inoltre il lavoro di saldatore di suo figlio che inala appunto vapori della saldatura già di pr se possono provocare la broncopneumopatia ostruttiva. Per fortuna sono migliorate anche le nostre possibilità di cura per cui si rivolga ad un Pneumologo della sua zona con fiducia
Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

[#5] dopo  
Utente
G.le dr, grazie ma questa risposta mi è già pervenuta! Slt