Problema respiratorio

Salve, sono una ragazza di 21 anni, da un po' di mesi la mia situazione respiratoria ho l'impressione che stia peggiorando.

Premetto che l'anno scorso ho sofferto per 6 mesi di ansia con difficoltà respiratorie vertigini e attacchi di panico, prima di questo episodio stavo bene fisicamente.

In quel periodo di ansia ho fatto tutti gli esami possibili e tutti risultavano positivi nel senso che ero in buona salute.

Dopo quel periodo li ho iniziato ad avere disturbi respiratori, appena faccio uno sforzo tossisco come ste mi stessi soffocando, e sento come un fischietto nei polmoni, molto spesso sento direttamente il muco in petto che risale.

Ho spesso il diaframma bloccato avevo 6 mesi di fisioterapia da fare che purtroppo per via del covid non ho potuto fare.

Non so se potete aiutarmi a capire meglio, se si tratta di asma da sforzo o non so cosa.

Feci 1 anno fa la visita dal pneumologo e mi disse che la mia respirazione era relativamente giusta anche se più bassi rispetto alla media.
Però ho davvero l'impressione che sia peggiorata la mia situazione, appena fa freddo o ci sta un cambio temperatura tossisco con grandi difficoltà a respirare.

Ogni mattina mi sveglio e tossisco per 3 4 minuti.

Ho già fatto i test di allergia contro acari polvere qualsiasi cosa ma risultano tutti negativi.

Spero riuscirete ad aiutarmi.
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 1,8k 81
Probabilmente c'è un broncospasmo, che non è ancora asma, ma solo un restringimento dei bronchi con secrezione di muco, che si accentua con gli sforzi. Per avere un quadro completo della situazione, dovrebbe fare le prove di funzionalità respiratoria.
Io penso anche che possa essere una somatizzazione di uno stato di tensione emotiva da stress con conseguente ansia e lieve depressione, considerando quello che le è già capitato un anno fa. Mi faccia sapere.

Dr. Claudio Bosoni

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa