Utente

Salve dottori....sono un ragazzo di 28 anni e da sempre soffro di eiaculazione precoce. Questa cosa pero non l'ho mai presa come un reale problema in quanto, vista la giovane età e un buon stato di salute non mi creava disturbi nella vita sessuale dato che non avevo alcun problema a continuare il rapporto dopo l'eiaculazione.

Da qualche mese però ho riscontrato un calo di virilità in quanto le mie erezioni (anche quelle spontanee e mattutine) sono deboli e raggiungono la normale giusta potenza solo dopo stimolazione e non persistono dopo l'eiaculazione che continua ad essere precoce....

Inoltre ho riscontrato anche un calo di liquido seminale e rispettiva spinta in quanto ultimamente al posto che avere il solito schizzo esce senza forza.

Ho deciso quindi di fare una visita urologica in cui mi è stata diagnosticata una prostatite e mi è stato detto che questo era alla base dei miei problemi....

Solo che dopo la cura con ferprost fast per venti giorni i miei problemi non si sono risolti ed ora sono ancora più preoccupato di prima visto che questo urologo mi ha proposto di fare un operazione in cui mi veniva tagliato il filetto in quanto secondo lui l'unico modo per curare l'eiaculazione precoce e che a suo dire il mio problema peggiorerebbe solo con il tempo...

Secondo voi da cosa potrebbe essere causato il mio problema? è veramente l'unico efficace rimedio per eliminare l'eiaculazione precoce?

Non ho mai avuto particolari problemi di salute a parte a un ernia al disco, non bevo, non fumo, faccio attività fisica e le analisi del sangue sono sempre risultate corrette....

Vi ringrazio per la vostra disponibilità e aspetto con ansia una vostra risposta....

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

diverse e varie possono essere le strategie terapeutiche che si possono adottare dopo aver fatto una corretta diagnosi.

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-quando-il-rapporto-finisce-troppo-presto-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-dal-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2] dopo  
Utente
Ringrazio il dottore per la risposta ma vorrei chiedere un chiarimento in quanto il vero problema non è dovuto all'eiaculazione precoce in se e per se anche se ammetto che mi piacerebbe curare anche quella ma dalla preoccupazione del fatto che da quando ho questi sintomi faccio fatica ad avere erezioni potenti e come dovrebbero essere
che mi impediscono di continuare il rapporto dopo l'eiaculazione come ho sempre fatto ed al calo della quantità di liquido seminale e rispettiva spinta....che anche dopo la cura che mi è stata data dall'urologo non si sono risolti....c'è qualche esame che potrei fare per avere un quadro un po più preciso del problema?può essere che la cura con ferprost fast non abbia avuto alcun effetto perche forse avevo bisogno di qualcosa di un po più forte?grazie mille e cordiali saluti

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da questa postazione difficile capire se lei ha bisogno "di qualcosa di un po più forte".

Bene ora risentire in diretta sempre il suo urologo od andrologo di riferimento; nel frattempo sul problema "prostatite" si legga anche questi articoli, sempre pubblicati sul nostro sito:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-e-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/