Utente 191XXX
Salve cari dottori vi volevo porre una domanda riguardo la situazione di mio figlio 21 anni.Parto da 5 mesi fa x spiegare meglio la situazione, mio mi dice di avvertire un leggero dolore a testicolo sx mi reco dal curante il quale lo visita e mi dice che non è nulla e però è meglio fare un eco scrotale. Cosa che facciamo 5 giorni dopo......al referto il radiolologo scrive.Microlitiasi a cielo stellato piccola area di IDROCELE A SX PRESENZA DI MICROSCOPICA AREA CISTICA DEL DIAMETRO MASSIMO DI 2MM. Mi dice di stare tranquillo che non vi è nulla di che.....e che bisogna fare un eco ogni anno x monitorare la cosa. Ma io da internet leggo che questo cielo stellato non è una cosa buona e mi reco dal mio urologo...il quale lo visita e dice anche lui che al tatto non vi è nulla....pero è meglio che pratichi i markers x scrupolo.....cosa che facciamo con esito negativo tutto nella norma. E mi rimanda a maggio prossimo x un controllo ecografico. Ma una settimana fa il ragazzo mi dice di avvertire di nuovo il dolorino al testicolo sx . Ritorno dal Medico curante che lo visita e mi dice che non c'è nulla e non c'è necessità di praticare un tra eco..premetto che il mio urologo non c'è è fuori città torna il 27....secondo voi faccio bene a ripetere eco?..come sto pensando di fare. Oppure lascio stare e aspetto maggio prossimo come da appuntamento dall'urologo?......Ripeto di nuovo i markers????...
..il mio medico curante dice che devo lasciar perdere....grazie x la risposta

[#1] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Con marker negativi l'unica cosa da fare è effettuare un'ecografia ogni anno. I "dolorini" non sono da ricollegare ad un eventuale tumore (il cancro del testicolo è quasi sempre asintomatico) ed è inutile fare controlli ed ecografie ogni pochi giorni.
Sarebbe stato interessante conoscere anche la volumetria dei testicoli che non è stata riportata.
Cordialmente.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#2] dopo  
Utente 191XXX

Graz ie x la risposta dottore ......le dimensioni che io ricordi non le dava ma diceva DIDIMI REGOLARI X SEDE E DIMENSIONE......POI TROVERÒ il referto è se non disturbo gliela invio... Però volevo ancora chiederle ma questo aspetto a CIELO STELLATO secondo lei è foriero di tumore testicolare? Ho letto qualcosa al riguardo su internet e ci sono pareri discordanti.......(.approfitto poi x dirle che qualche mese fa anche io ho praticato eco scrotale x un dolore allo scroto sx e il radiologo mi ha dato la stessa diagnosi ASPETTO A CIELO STELLATO ......ma io ho 55 anni ed è la prima volta in vita mia che ho praticato questi tipi di eco) . Grazie ancora e se non disturbo la informo sugli sviluppi ....grazie colgo l'occasione x Augurle Buon Natale

[#3] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
le microlitiasi testicolari diffuse che determinano il cosiddetto "cielo stellato", come da recente letteratura, non sono di per sè un fattore indipendente di cancro del testicolo, ma sono da ricollegare ad un aumentato rischio di sviluppare il tumore quando siano presenti altri fattori come criptorchidismo, infertilità, familiarità per cancro al testicolo e sindrome di Down.
Oltre al follow-up ecografico è necessario un inquadramento andrologico completo (valutazione seminologica, assetto ormonale, ecc).
Cordialmente.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#4] dopo  
Utente 191XXX

Per quanto riguarda follow-up ecografico abbiamo appuntamento con urologo e radiologo x maggio.......Le chiedo un ultima cosa ma a maggio oltre al controllo ecografico dovrà ripetere anche i Markers????? ( visto che li ha fatti a maggio tutti nella norma)Grazie.....colgo l'occasione x augurarle Buon Natale

[#5] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
No. Se con l'ecografia non si visualizza una lesione sospetta non ha senso ripetere ogni volta i marker.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it