Utente 577XXX
Buongiorno Dottori,
da quello che ho letto gli spermatozoi, nel corpo della donna, possono sopravvivere 2-3 giorni e nelle migliori condizioni (gli spermatozoi più forti) anche 4-5 giorni, giusto?

Poi volevo porvi le seguenti domande:
1) Una volta eiaculati nel corpo femminile, giorni prima che avvenga l'ovulazione, gli spermatozoi progressivamente muoiono con il passare del tempo e sempre progressivamente diventano sempre meno mobili e vitali fino a scomparire del tutto dopo 3 giorni o nella migliore delle situazioni dopo 4-5?

2) Fatte queste premesse, perché lo sperma eiaculato 4-5 giorni prima dell'ovulazione sia capace di fecondare un ovulo, dev'essere di ottima qualità e con eccellenti capacità fecondanti, altrimenti non riuscirebbe a vivere ed a mantenere le sue proprietà così a lungo, vero?

3) Per tutte queste ragioni le possibilità di concepimento con rapporti tanto più distanti dall'ovulazione sono difficili?

Le mie sono solo curiosità.

Cordialmente
Gregorio

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la vedo già ben informato, se desidera comunque avere altre informazioni più precise sulla complessità che accompagna un’infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 577XXX

La ringrazio per la risposta.
La mia non è una domanda legata a problemi di infertilità ma piuttosto una curiosità nel capire di quanto decrementa la capacità fecondante dello sperma eiaculato nella donna con il passare dei giorni (ore) quando il rapporto avviene giorni prima dell'ovulazione.
Ammetto di essere una persona affascinata dai numeri e dalla scienza!

Grazie mille

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se "affascinato dai numeri e dalla scienza" si legga anche questo testo, l’unico suo limite è che è scritto in inglese:

https://link.springer.com/book/10.1007/978-3-319-08503-6

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 577XXX

Buongiorno Dr. Beretta e grazie ancora per la sua risposta.
Le volevo spiegare il perché della mia curiosità.
Sono papà di due splendidi bambini e il primo è stato concepito attraverso un unico rapporto avuto il 7imo giorno del ciclo di mia moglie (durata mestruazioni 5 giorni).
Considerando che lei è molto regolare con il suo ciclo e che di solito ovula il 14esimo giorno, il rapporto è avvenuto 7 giorni prima dell'ovulazione e nella peggiore delle ipotesi (se ci fosse stato un'ovulazione anticipata) circa 5 giorni prima.
Ecco da cosa nasce la mia curiosità, in quel momento non mi sarei mai aspettato che con un unico rapporto così lontano, potesse essere concepito un bimbo.
Poi idem con il secondo...
Dato che ho letto che oltre i parametri classici dello spermiogramma, vi sono quelli intrinseci (come la capacitazione, reazione acrosomiale, indice di penetrazione), volevo capire se la capacità fecondante del mio sperma è veramente elevata o comunque quanto è normale riuscire ad ottenere un concepimento con un rapporto 5-7 giorni prima dell'ovulazione.

Grazie e Le chiedo scusa per essere stato così lungo

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è così infrequente.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com