Utente 515XXX
Buongiorno.
Sono un uomo di 38 anni.
Soffro di ansia e panico dal 2006.ho assunto per 11 anni paroxetina.
Poi dopo una ricaduta mi è stato prescritto al posto del farmaco la fluoxetina.
Ne assumo 3 CP al giorno.
Fin da subito dai tempi della paroxetina ho visto che faceva molta fatica nell erezione, Ma nn ci davo molto peso perxhe avevo 21 anni e a livello sessuale erano le prime volte... Ma è stato così per sempre... Arrivava l erezione, facevo il rapporto.
Poi non riesco a eiaculare.
ma noto che se invece provo la masturbarzione da solo... Senza nessuno... Riesco perfettamente.
Questo mi capita ancora oggi.
Durante il rapporto dopo 5 minuti l erezione va via.
Ma se dovessi farlo io manualmente riesco.
Assumo ancora 3 CP di fluoxetina.
Non credo sia impotenza tanto meno farmaco perché sennò li farebbe anche se mi masturbassi da solo.
Cosa potrebbe essere.
?
la cosa quando invalidante dato che adesso convivo, e quanto capita di parlare di figli mi sento molto male perché è un po’ come se non riuscendo a raggiungere l’orgasmo fossi impossibilitato di fare tutto, non ho fatto nessuna visita se non per una fimo sì che però non ha creato problemi, tantomeno anche a livello ormonale non so se dovrei fargli esami del sangue dato che comunque come ho scritto, se mi masturbo guardando un video comunque da solo non ho assolutissimamente problema, quindi non saprei dire se fosse un problema organico, oppure un problema ansioso, cosa che se fosse ansioso, non riuscirai a capire il punto, dato che sono 14 anni che soffro di attacchi di panico però in questo momento sono anche abbastanza guarito facendo la mia vitaQuindi non capisco cosa possa centrare l’ansia nel momento in cui faccio l’amore con la mia compagna, e nell’arco di cinque minuti.
Sparisce.
Non so se mentalmente in quel momento penso ad altro o no mi concentro ma ho provato anche a dedicarmi in quel momento solo esclusivamente a quello ma non cambia niente.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello che racconta ci porterebbe ad indicare una problematica con una importante competente psicologica.

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste problematiche sessuali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 515XXX

Buongiorno dottore e grazie per la tempestiva risposta, tante volte mi è stato detto che tutto questo è provocato dall’ansia o comunque da una situazione psicologica, ammetto che io non sono mai stato un ragazzo dove e quando si aveva diciott’anni si andava a ballare per conquistare le donne, sono sempre stato un uomo è passato un ragazzo dove ho sempre creduto nell’amore vero e quindiQuando c’era il sentimento reciproco. La mia prima fidanzata seria lo avuta a 18 anni, però non posso dire nulla riguardo la parte sessuale perché non è stato fatto quasi niente, la seconda ragazza alla quale voluto una storia di quattro anni, i primi mesi che ci vedevamo di nascosto, quando capitava in macchina Di avere dei rapporti anche solo manuali, ho comunque sentito sempre il desiderio dell eiaculazione,Fidanzandomi poi seriamente con lei durante rapporto non riuscivo ad eiaculare, però riuscivo se faceva lei manualmente. Purtroppo questo è iniziato prendendo la paroxetina, ma non ho mai avuto problemi con lei ripeto sempre manualmente, dopo che lei mi capitato di avere molte altre ragazze alla quale ho sempre avuto il desiderio dell’eiaculazione, nel senso che sentivo proprio che accadeva, ma non riuscivo mai perché c’andava veramente tantissimo tempoTanto da perdere l’enfasi. Da quando iniziato a prendere la Fluoxetina Ho avuto solo una relazione Con una ragazza diciamo solo a scopo sessuale purtroppo, e in un mese mi è capitato solo una volta,Sempre manualmente, ma però sentivo nel momento del la penetrazione il vero e proprio godimento.Senza mai però raggiungere l’orgasmo, era da circa un mese che prendevo questo farmaco nuovo, adesso con l’attuale compagna la quale convivo sono quattro anni, e in quattro anni sinceramente e purtroppo non mi vergogno dirlo non sono mai riuscito a raggiungere l’orgasmo ne facendo l’amore manualmente con lei,Ma se provo manualmente da solo riesco, mettiamo in chiaro che comunque sono innamorato di questa ragazza quindi non è una questione di affetto, non ho mai fatto visite particolari o esami riguardo gli ormoni, quindi non so se è è il caso di farli, oppure se è il fatto che io manualmente riesca a fare tutto sia come dice lei una questione psicologica, e a questo punto mi chiedo, cosa posso fare essendo una questione psicologica? Vado giàDa una psicoterapeuta, ma non credo sia adatta per queste cose, può darmi un aiuto

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non faccia autodiagnosi e non si prescriva esami, è arrivato il momento di sentire o riconsultare in diretta un esperto andrologo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 515XXX

Andrò entro febbraio dall andrologo,anche perché io e mia moglie stiamo pensando avendo 38 anni di avere un figlio.e nelle mie condizioni al momento mi sembra impossibile,vorrei capire se fosse un problema fisico.o psicologico;anche perché so che esiste L inseminazione artificiale con il proprio seme,ma è ben diverso che una cosa naturale,il mio medico mi ha prescritto SPEDRA da prendere una compresa prima del rapporto sessuale.sincermante non le ho ancora comprate,perché non sono molto per queste cose
Calcolando che prendo antidepressivi e anche se mi è stato negato non vorrei facesse effetti collaterali.lei cosa dice?

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#6] dopo  
Utente 515XXX

Dottore, io ho già letto tutto quello che mi ha mandato, e mi sono fatto un’idea sui farmaci e su tutto ciò che c’è dietro a questo problema, quello che io le sto chiedendo e se secondo lei, secondo un suo parere medico conviene provare i farmaci, oppure per sicurezza effettuare prima una visita dall’andrologo e vedere poiQuale sia la cosa migliore, perché un conto è un farmaco dato da andrologo un conto è un farmaco dato da un medico di base senza magari effettuare una visita specializzata.

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certamente la cosa più corretta da fare è quella di sentire, in prima battuta, un bravo ed esperto andrologo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com