Utente 567XXX
Cari Dottori,

Mi trovo nuovamente a cercare il vostro aiuto.

Dopo un anno di ricerca infruttuosa di gravidanza (dove inizialmente il problema risultavo essere io a causa di una mancata ovulazione, ad oggi con successo indotta tramite clomid), il mio fidanzato ha effettuato uno spermiogramma che ha dato come esito una situazione d ASTENITERATOZOOSPERMIA.
Sta da due mesi assumendo olisper e rimaniamo in attesa di miglioramenti.


Arriviamo al nuovo problema:
Ieri sera, durante un rapporto, mi sono accorta di una specie di pallina dura e mobile nella parte inferiore del testicolo.
Essa non causa nessun dolore o fastidio al mio compagno e soprattutto nel corso del rapporto e ad erezione conclusa è come scomparsa.
È davvero impossibile da trovare.
Non riscontriamo, da profani altri sintomi: non vi è alterazione della dimensione del testicolo e non vi sono grosse differenze tra i due.


Vi chiedo: cosa potrebbe essere?
Potrebbe avere una correlazione con lo spermiogramma così infausto?
Ho pensato (oltre ovviamente alle diagnosi peggiori) al varicocele.
Purtroppo il mio compagno, come molti uomini, è restio alla visita Andrologica, usando la scusa del finché non sento dolore è ok...

Chiaramente cercherò di convincerlo, ma vorrei una Vostra preliminare opinione.


Infine vi chiedo se, vista la situazione e la nostra età (28 anni) non sia il caso di iniziare a valutare un percorso di PMA.
So che i tempi di accesso sono lunghi e non vorrei perdere tempo dietro a tentativi naturali se la natura non è dalla nostra.


Cordialmente

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

sulla "pallina dura e mobile nella parte inferiore del testicolo... poco o nulla è possibile dirle da questa postazione (cisti, varicocele od altro...).

Se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su queste problematiche di natura andro-urologica le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Ancora, sull’utilizzo di una eventuale tecnica di riproduzione assistita, le consiglio di consultare anche gli articoli visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/Ginecologia-e-ostetricia/1026/L-inseminazione-intrauterina ,

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215/la-fecondazione-in-vitro-e-la-icsi-come-si-svolgono-e-cosa-avviene-in-laboratorio/

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 567XXX

Certo, capisco.

Le chiedo solo: è normale che possa esistere qualcosa percepibile solo con l’erezione?
Abbiamo effettuato la palpazione poco fa, dopo doccia e in condizioni normali. Il testicolo appare liscio, regolare e praticamente identico al destro.

Questa parte più dura si trovava nella parte inferiore del testicolo e non sembrava collegato ad esso.

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene ora sentire in diretta il vostro andrologo di fiducia
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com