Utente 557XXX
Buonasera, scrivo qui perché attualmente ancora non sono riuscito ad avere nessuna risposta.

Mi spiego meglio.

6 mesi fa sono stato operato di ascesso perianale, inciso e drenato a ore 4.
Da 6 mesi non riesco a sedermi e mi è stata diagnosticata anche una forte nevralgia oltre che uno coccigodinia che sto curando con Lyrica.

Ora la mia vera domanda, alcune volte es.
2 in questo mese mentre altre 2 circa 3 mesi fa, noto, avverto anche con qualche dolore, un rigonfiamento nella parte destra tra l'ano e lo scroto.
Nelle 4 volte che ho avuto questa piccola tumefazione si è sempre "sgonfiata" nel giro di 2 giorni senza lasciare altri segni.
Premetto che 2 risonanze magnetiche hanno dato esito negativo, mi sto chiedendo cosa caspita possa essere questo rigonfiamento doloroso che mi si presenta ogni tanto e sparisca dopo 2 giorni.
Perché a distanza di 6 mesi dal non potermi sedere ho sempre paura che possa essere "qualcosa" da operare nuovamente perché io mi sono riconosciuto in alcuni sintomi della sindrome di Alcock (infiammazione al nervo pudendo).
Vi chiedo gentilmente un consiglio, un aiuto più che altro a capire cosa posso essere secondo la vostra esperienza perché mi sta invalidando la vita da troppo tempo

Grazie

[#1]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore
valuti la possibilità di unan recidiva della fistola ascessualizzata perienale
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 557XXX

La ringrazio dottore, ma ho effettuato un'ecografia transanale circa 15 giorni da nel quale non è stata trovata nessuna fistola e nessuna raccolta ascessuosa. Sicuramente procederò ad altre visite specialistiche per capire il motivo, l'unica cosa è che mi pare strano che in 6 mesi non riescano a trovarmi nulla oltre che all'ascesso perianale inciso ad agosto scorso