Utente
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e da tempo mi interrogo su alcune possibili disfunzioni legate al mio pene; premetto che non ho mai effettuato visite mediche o consultato uno specialista per via del disagio anche di natura psicologica che questa situazione comporta.

Il primo problema è legato all'eiaculazione, non sono mai riuscito ad eiaculare durante tentativi di masturbazione o in altra situazione in cui fossi sveglio, mi chiedo quindi come sia possibile capire se le cause siano fisiche o psicologiche; solo raramente capitano delle fuoriuscite di liquido durante il sonno, ma ho osservato che il liquido che fuoriesce è trasparente e in ridotte quantità e quindi mi chiedo se sia davvero sperma o liquido pre eiuaculatorio.

Il secondo problema si è manifestato per la prima volta dopo un giro in bici; sceso dalla bici ho notato che si erano formati dei rigonfiamenti sul pene, che lo ricoprivano interamente ma non in modo uniforme, alcuni rigonfiamenti più piccoli altri più grandi, con delle pieghe tra uno e l'altro; la situazione è tornata normale dopo un giorno; tuttavia si è ripresentata la situazione altre volte durante tentativi di masturbazione, dopo aver sfregato il pene per un po' ho percepito un'irritazione e anche un'arrossamento e in seguito si sono formati gli stessi rigonfiamenti, passati dopo qualche ora.

Infine l'ultimo episodio si è verificato dopo una corsa, non so se legato anche al clima freddo, ma dopo qualche minuto di corsa il pene si era ritirato al punto che il prepuzio si era richiuso e il glande non era neppure visibile, vorrei chiedervi se è qualcosa di normale.

Grazie.

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non alleni la fantasia e consulti uno specialista reale.Ipotizzerei un frenulo breve ed una fimosi relativa.Quanto al volume dello sperma,lo farei analizzare al fine di porre una diagnosi rigorosa,in uno con una visita diretta.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, avrei due domande da porle:
- per quanto riguarda il problema dell'irritazione e del gonfiore di cui ho scritto sopra quale potrebbe essere la causa?
- qual è lo specialista a cui dovrei rivolgermi? potrei rivolgermi inizialmente al medico curante?
grazie
cordiali saluti

[#3]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...consulti il medico di famiglia e,dopo essersi sottoposto a visita,identifichi uno specialista di riferimento.Come ipotesi,penserei ad una fimosi relativa.Cordialita'
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore, grazie per la disponibilità e la celere risposta; in questo momento purtroppo non mi è possibile consultare il medico , perchè non sono nella città dove ho la residenza e dove si trova il mio medico di famiglia; a chi potrei rivolgermi per avere un consulto non a pagamento?
Inoltre vorrei chiederle cosa le fa supporre la fimosi, dal momento che non ho alcuna difficoltà ad esporre il glande ne a riposo , ne in erezione; mi è capitato solo in situazioni particolari,come durante la corsa o in momenti di stress, quando ho notato in un "restringimento" generale del pene e anche la chiusura del prepuzio; ma in situazioni normali non ho questo tipo di problema; attendo risposta.
cordiali saluti
grazie