Utente 585XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni.
Per vari problemi non ho una vita sessuale particolarmente attiva e di conseguenza pratico la masturbazione senza mai aver avuto particolari problemi.
Tuttavia da qualche giorno ho notato qualcosa sulle mie eiaculazioni.

Ammetto di aver esagerato alcune volte essendomi masturbato eccessivamente ma alla fine avevo regolari eiaculazioni mentre qualche giorno fa ho avuto un orgasmo completamente asciutto.

In passato (avrò avuto tra i 14 e i 15 anni penso) mi era capitato un caso simile poi risoltosi da solo.

Ora, invece, sono tornato a eiaculare ma in quantità molto inferiori (pure fino a dopo 18 ore dall'ultima).

Informandomi sul web ho letto di possibile eiaculazione retrograda in cui lo sperma viene eiaculato nella vescica e poi espulso con le urine dopo l'orgasmo.
Ebbene mi è capitato di notare nelle urine espulse dopo l'orgasmo alcuni residui bianchi ma non ho la certezza si tratti di liquido seminale.

Inoltre ho letto che l'eiaculazione retrograda può verificarsi in caso di diabete, cancro alla prostata, traumi ma onestamente non mi ritrovo in nessuno di questi casi.

Anzi fino a qualche ora prima dal primo caso di orgasmo asciutto, riuscivo a eiaculare perfettamente per cui mi sembra strano che tutto sia avvenuto così all'improvviso.

Ora ho intenzione di aspettare ancora qualche giorno per vedere se il problema si risolve da solo, e in caso contrario provare a chiedere al mio medico curante per un esame delle urine e visita andrologica, ma nel frattempo volevo sapere il vostro parere sulla situazione, perchè onestamente non ho mai avuto problemi del genere e questa sarebbe la prima volta (che mi mette anche un bel po' di ansia).

Ho anche pensato che la minore quantità di liquido seminale espulso possa essere dovuta ai numerosi atti di masturbazione (motivo per cui ho ridotto a massimo 2/3 al giorno e per cui vorrei aspettare prima di rivolgermi al medico) ma il fatto delle urine mi ha comunque lasciato dubbioso.

Ciò che vorrei sapere da voi è l'effettiva possibilità che l'eiaculazione retrograda si verifichi all'improvviso perchè tra le cause lette posso confermarvi che non ho mai subito interventi chirurgici, non ho avuto traumi nella zona e non seguo alcuna cura farmacologica se non alcune gocce che prendo prima di pranzo e cena per curare i miei problemi di allergia (ma che comunque prendo da maggio 2019 senza problemi).

Inoltre non riscontro sintomi tipici di uretrite, prostatrite o cancro alla prostata (per cui però ritengo di essere troppo giovane).

Se qualcuno di voi specialisti è in grado di fornirmi anche un minimo di spiegazione prima di rivolgermi eventualmente al medico, lo ringrazio vivamente.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non drammatizzi e senta ora in diretta sempre il suo andrologo di fiducia.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa particolare disfunzione sessuale le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/211-liquido-seminale-esce-ovvero-eiaculazione-retrograda.html

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 585XXX

Gentile dottore, non ho andrologi di fiducia. Ho solo il mio medico curante di base a cui posso rivolgermi come prima cosa. Sa comunque dirmi lo sperma nelle urine che aspetto ha? Perché a me é sembrato di vedere qualche residuo ma l'urina era liquida e limpida mentre ho letto che lo sperma dovrebbe renderla torbida e più densa. Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per dirle qualcosa bisognerebbe fare l’esame delle sue urine dopo l’evento orgasmico senza la fuoriuscita di liquido seminale.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 585XXX

Il liquido seminale esce ma é poco. Infatti non escludo possa derivare da un'eccessiva frequenza dell'atto

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene comunque sentire o risentire in diretta sempre il suo andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com