Utente
Gentili dottori ho pubblicato la richiesta di un consulto in data 02/07/2020 e non ho ricevuto risposta, quindi riprovo.

Sono un ragazzo di 25 anni, da qualche mese non ho più erezioni spontanee durante il giorno mentre raramente avverto la presenza di erezioni notturne e/o mattutine e quando le avverto sono più brevi di prima (le perdo dopo pochio secondi che mi sono svegliato) anche se la durezza è spesso piena.
Inoltre aggiungo che non riesco più a raggiungere l'erezione tramite stimolazione visiva ma solo con stimolazione manuale.
Durante i rapporti sessuali riesco ad avere un immediata erezione anche solo tramite baci però molto breve e per riuscire nella penetrazione devo necessariamente ricorrere alla stimolazione manuale successiva, mi è anche capitato, raramente a dire la verità, di perdere l'erezione durante il rapporto e un pò più spesso di perdere un pò di tono.
Mi sto chiedendo se non sia un principio di un problema di natura circolatoria/venosa dato che ho vene varicose e Teleangectasie nelle gambe e nel petto e che fumo da 10 anni circa 2 canne al giorno e 4/5 sigaretteal giorno.
Aggiungo che sono molto ansioso da sempre e che se da solo cesso di masturbarmi e di stimolarmi visualmetne con fantasie o pornografia l'erezione si mantiene per circa 30 secondi prima di perdere tono e tornare completamente flaccido in circa un minuto mentre in coppia noto che la perdità dell'erezone avviene più rapidamente.
Inoltre raggiungo l'erezione più facilmetne se sto seduto o supino, mentre in altre posizioni mi è molto difficile o quasi impossibile.
Da qualche tempo avverto anche del dolore/fastidio alla parte sinistra del pene e inoltre quando ho delle stimolazioni visivie avverto come la sensazione di essere eccitato ma il pene non reagisce, sento solo dei fromicolii.
Escluso il fumo ho una vita abbastanza sana.
bevo poco e faccio sport dalle 3 alle 5 volte a settimana.
La mia domanda in sintesi è devo preoccupari per un principio di porblema vascolare o posso stare tranquillo?
Aggiungo che i valori ormonali sono nella norma.
Sono preoccupato perchè leggo in giro che molti ragazzi che hanno una D.
E causata da problemi vascolari iniziano con i miei stessi sintomi (assenza o scarsezza di erezioni mattutine e spontanee, erezione solo tramite stimolazione manuale, perdita erezione durante rapporto ecc ecc) quindi ho paura che sia un processo degenerativo che andrà sempre peggio.
Sto iniziando ad avere paura che non ci siano soluzioni al mio problema... Grazie della disponibilità e scusate la lunghezza del testo.

[#1]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

la sua descrizione potrebbe far pensare ad un non adeguato funzionamento dei meccanismi Veno Occlusivi Cavernosi
Si affidi ad un andrologo
magari pensi di effettuare un esame Rigiscan, una valutazione EcoDoppler dinamica per vedere se tale ipotesi sia valida
primo elemento affidarsi ad uno specialista andrologo
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente
Dottore grazie per la sua risposta celere, quindi se la diagnosi fosse di tipo venoso sarei fregato giusto? Non ci sono soluzioni se non protesi o pillole per tutta la vita...

[#3] dopo  
Utente
Ah scusi dottore aggiungo che qualche settimana fa dopo aver preso il sole, cosa che non facevo da un anno circa, ho avuto un erezione spontanea al 100% e duratura. Questo evento potrebbe deporre a favore di un lieve problema di entità vascolare e quindi trattabile/rallentabile? Non le nascondo che l idea di poter avere qualcosa di irreversibile mi sta gettando nello sconforto più totale. Grazie in anticipo per la disponibilità.