Utente
Buongiorno dottori ho effettuato una circoincisione totale il 5 agosto di pomeriggio, sono qui per avere un sollievo e tranquillizzarmi allora subito dopo l'operazione si sono formati due edemi uno a destra più contenuto ma molto nero al momento e l'altro a sinistra molto esteso come se uscisse una pallina nera dall'asta del pene, alla base è normale il rigonfiamento parte da metà asta fino alla cicatrice, sulla cicatrice il chirurgo mi ha lasciato delle garze più dure che ha detto toglieremo martedì, sono preoccupato perlopiù per questi edemi perché non si sono ancora sgonfiati sto applicando sempre il ghiaccio da sopra le garze, inoltre sto quasi tutto il giorno in posizione supina con il pene rivolto verso l'addome perché vorrei che si sgonfiasse al più presto, quindi mi alzo solo per necessità, Faccio bene??
la medicazione che faccio è molto semplice metto due tre garze semplici sul pene e sotto e poi metto il nastro, quando vado in bagno ad urinare dopo bagno un po' tutto con amuchina liquida, inoltre ieri sono andato a visita la ferita aveva sanguinato parecchio e il chirurgo ha detto che era un vasino che si era aperto e mi ha prescritto ugurol da mettere direttamente sopra e per via orale, però non sta più sanguinando, é necessario?
In più sto prendendo tranquilant la notte prima di andare a dormire per evitare l'erezioni notturne, siben antinfiammatoro e ho preso zitromax per 3gg, cosa ne pensate, io sono un po' preoccupato per l'edema il chirurgo mi ha detto che si riassorbirà con il tempo... Quanti giorni ci vorranno presumibilmente?

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in queste situazioni post-chirurgiche molto particolari e complesse, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile per noi formulare una risposta mirata e corretta da questa postazione.

Bisogna, a questo punto, riconsultare in diretta il suo andrologo od urologo di fiducia.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva prognostica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/