Utente
Buongiorno, ho 29 anni e da quasi 10 sono circonciso, senza aver mai avuto problemi sessuali.

Ho una partner fissa e non ho mai avuto problemi di eiaculazione precoce o meglio son stati risolti quando mi sottoposi all intervento.
Nel corso degli anni la sensibilita sul glande era pressoche nulla ma,
Da circa 6 settimane ho questi sintomi, sensibilita marcata a riposo del glande... a volte risulta screpolato e secco ma risulta normale di colore.

In erezione c è una colorazione rossa molto, marcata sia del glande che della pelle circostante con aumento di sensibilità.

Durante la penetrazione dopo 15/20 spinte sento gia lo stimolo di eiaculare (mentre la norma dei rapporti era sui 8/10 minuti con spinte vigorose)
cerco di prolungare il rapporto con start and stop, variare ecc... lo prolungo sui 3 minuti cosi ma non e soddisfacente ne per me ne per lei visto che non riesce a raggiungere l orgasmo e per me è frustante.

Finito il glande e la pelle attorno resta rossa per anche un ora per poi tornare al suo stato iniziale.

Abbiamo provato ad avere un 2 rapporto ravvicinato... (circa 10/15 minuti) in teoria i tempi dovrebbero allungarsi, con pene ancora arrossato comunque, ma anche li dopo una ventina di spinte sentivo lo stimolo di eiaculare, con consenso di lei non mi fermo e continuo e raggiungo l orgasmo in circa 1 minuto e mezzo...
alla fine del rapporto per qualche ora il pene resta arrossato... in queste settimane son andato dal dermatologo che nn ha constatato nulla a livello di pelle e andrologo solo una leggerissima prostata infiammata, test stamey negativo su tutto... tamponi uretrali tutti negativi spermiocoltura negativa.
L andrologo mi ha ordinato topster 2 al di e crema lenicort sul glande 2 al di... ora alla fine della cura non ho miglioramenti, aspettando di risentirmi col mio medico vorrei chiedere qualche vostro parere.
spero di averlo, visto che i precedenti non hanno avuto riscontro, grazi di cuore... buona giornata a voi

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il nostro parere in primis è quello di riconsultare il suo andrologo di fiducia in diretta e comunque si ricordi che, in queste situazioni molto complesse e particolari, come la sua, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta mirata e corretta da questa postazione.

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste disfunzioni sessuali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gli articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/6691-eiaculazione-precoce-fattori-scatenanti.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/blog/andrologia/8591-disturbi-dell-eiaculazione-precoce-e-ritardata-nuove-linee-guida-aua.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio storico libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/