Utente
Buonasera.

Sono un ragazzo di 35 anni e ho sempre avuto un alto livello di testosterone.

Da circa 2/3 settimane ho però notato un fatto anomalo che mi sta facendo preoccupare: ho un calo di libido.

Nello specifico, non ho più le erezioni spontanee che ho sempre avuto al risveglio e non ho desiderio sessuale.
Faccio fatica a raggiungere l'erezione se provo a praticare autoerotismo ma non è mai una erezione consistente e che riesco a mantenere.
Anche l'eiaculazione è molto scarsa.
Preciso che non ho alcun dolore ma 6 anni fa ho sofferto di prostatite.


Volevo capire da voi se la mancanza di desiderio e libido può dipendere dal riacutizzarsi di prostatite o se è un fattore puramente ormonale.

Ho eseguito di recente analisi del sangue e non risulta alcun valore che faccia presagire a infiammazioni in atto.

Grazie.

[#1]  
Dr. Domenico Trotta

20% attività
8% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2019
Preg.mo
Lei riferisce difficoltà multiple: desiderio, erezione ed eiaculazione.
Riferisce inoltre uso di psicofarmaci come paroxetina, trittico e bupropione.
Sono farmaci implicati in disturbi biochimici della sessualità. Sia della erezione che della eiaculazione che del desiderio.

Sono sicuro che usa o ha usato questi farmaci per dei problemi nervosi .
SI tratta di farmaci utili in presenza di problematiche psichiche.
Per il loro uso rimando ai medici neurologi o psichiatri che La tengono in cura.

Per i disturbi sessuali Le consiglierei comunque di rivolgersi anche ad un andrologo meglio se con competenze in sessuologia.
E non ricorrere subito ad un farmaco
sostitutivo e non sempre prescritto correttemente specie in un giovane come il Cialis.

Si faccia seguire da uno specialista esperto..
Troverà sicuramente giovamento, rispetto ai suoi limiti.
E la sessualità portà ridarLe il sorriso.

Cordiali saluti

Nota: il buproprione sucuramente non provoca eiaculazione precoce! Può invece ritardarla.
Dr Domenico Trotta
Perfezionato in Sessuologia Clinica. Specialista in Andrologia, ESSM - European Society of Sexual Medicine, Psicoterapeuta in Ses

[#2] dopo  
Utente
Mi perdoni dottore, deve aver frainteso.
Non ho mai usato alcun psicofarmaco...

[#3] dopo  
Utente
In passato mi è capitato più volte di dover trattenere l'eiaculazione con conseguente indolenzimento di inguine e perineo. Potrebbe aver ciò portato alla mia situazione attuale (problemi di erezione)? Potrebbe essere che ho le vescicole seminali congestionate?

[#4]  
Dr. Domenico Trotta

20% attività
8% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2019
Paroxetina, trittico e bupropione sono psico farmaci.
Dr Domenico Trotta
Perfezionato in Sessuologia Clinica. Specialista in Andrologia, ESSM - European Society of Sexual Medicine, Psicoterapeuta in Ses

[#5] dopo  
Utente
Mi scusi, ma dove ha letto di questi medicinali nel mio consulto???

[#6]  
Dr. Domenico Trotta

20% attività
8% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2019
Chiedo scusa per la risposta che era indirizzata ad un altro paziente.
Dr Domenico Trotta
Perfezionato in Sessuologia Clinica. Specialista in Andrologia, ESSM - European Society of Sexual Medicine, Psicoterapeuta in Ses

[#7] dopo  
Utente
Beh mi scusi, poteva rispondere anche al mio già che c'era! Mah.