Utente
Buonasera, a seguito di ricerca da più di 15 mesi di una gravidanza, su Consiglio del mio ginecologo mio marito (età 33 e peso 75 kg) ha eseguito analisi del liquido seminale, spremicoltura e test capacitazione.
Questi i risultati:
Spermicoltura: ureplasma e Mycoplasma negativi.

Spermiogramma:
Giorni astinenza 5
- Volume 4, 6 ml, coaugulo presente, viscosità lievemente aumentata.

- PH 8, 2 e liquefazione completa in 20 minuti.
-Spermatozoi 12 milioni/ml
Spermatozoi eiaculato totale 55, 2 milioni
-motilità progressiva 25%
- forme immobili 58%
Motilità totale 42%
Morfologia: tipici1% atipici 99% (testa 100%, coda 15% collo 58%)
Leucociti perossidasi positivi 0, 3 milioni
Elementi linea spermogenetica rare
Eritrociti assenti
Zone di agglutinazione/aggregazione nemaspermica assenti.
Cellule sfaldamento rare
Osservazioni: Corpuscoli amilacei.

Test capacitazione: motilità pr a+b 80%, di tipo c 15%, risultato: motilità migliorata e concentrazione di spermatozoi di 20 milioni per ml.

Con qst dati c'è possibilità di avere un figlio naturalmente?
Siamo spaventati, cosa possiamo fare per migliorare la situazione e soprattutto la diagnosi di astenoteratozoospermia è curabile?
Lui non ha problemi di salute a meno di valori di colesterolo e trigliceridi fuori norma, credo legati alla sua cattiva alimentazione.
Ci rivolgeremo appena possibile ad un andrologo, ad ogni modo sarei grata se qualcuno potesse darci delle indicazioni circa i risultati ottenuti dalle analisi.

Cordialmente

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente molto difficilmente e' possibile giungere ad una diagnosi ,prognosi e terapia mediante l'analisi del liquido seminale che offre unicamente delle indicazioni statistiche e non biologiche circa il potenziale di fertilita' di suo marito.E' necessario,quindi,che venga posta una rigorosa diagnosi andrologica basata sulla valutazione dei dati anamnestici,sui riscontri clinici,strumentali e laboratoristici.Suo marito e' stato mai visitato?Cordialiita'
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, La ringrazio per la risposta ed il celere riscontro. No, non è stato mai visitato e queste sono le prime analisi effettuate su indicazione del mio ginecologo. Provvederemo ad effettuare la visita da un andrologo.
Cordiali Saluti