Utente 469XXX
Salve, mia figlia sedicenne vorrebbe sottoporsi ad una rinoplastica. Il naso le crea molti problemi a livello sociale, la psicologa ed il chirurgo le hanno dato l'ok. Io però sono terrorizzata che possa morire sotto anestesia. Per qualche reazione allergica o non so cos'altro. Lei ha cercato la percentuale di morti e dice che è bassa. Il chirurgo mi ha detto che in questo intervento corre meno rischi con la totale che con la sedazione profonda. È sana, non è in sovrappeso, non fuma però ha lo sterno concavo e quando fa sport particolarmente aerobico va in affanno. mi trovo tra due fuochi: il vederla serena e il mio terrore di vedere i medici venirmi incontro per darmi la brutta notizia. Per di più sarebbe una clinica privata senza sala rianimazione. Ci sonobesami aggiuntivi da fare oltre all'ecg e a quelli del sangue? Le mie paure sono così esagerate? Grazie

[#1]  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buongiorno
i problemi legati al pectus sono sostanzialmente due, ossia facile affaticabilità e possibile insorgenza di aritmie cardiache (generalmente dovute al contatto diretto ed alla costrizione del cuore nella sua sede anatomica).
Il pectus si corregge chirurgicamente ed il rischio anestesiologico è lo stesso delle altre casistiche chirurgiche.
Come sempre dare un'indicazione precisa a fronte di possibili eventi negativi, che comunque possono accadere (come può accadere di essere investiti da un'auto che sbanda finendo su un marciapiede) durante la chirurgia, non è facile ed il tutto si riduce alla valutazione del rapporto rischio/beneficio per il paziente.
Spero di esserle stato d'aiuto.
La saluto
Dr. GUIDO GUASTI