Utente 321XXX
Salve a tutti, buon inizio anno 2019.

Scrivo perchè accuso problemi di voce nel parlato, è un problema che ho spesso quando urlo troppo e che migliora quando sono più sereno, ma comunque a volte nel parlato, quando vado sui toni più acuti, avverto come se la voce si sdoppiasse ed emettesse un suono raschiato, rotto.

Sui toni bassi è completamente pulita, anzi, dopo i 20 anni è anche più profonda e calda, da adolescente era doppia ma più metallica. A volte faccio fatica a parlare anche sui toni bassi, come se avessi una stanchezza alle corde vocali, ma nel giro di qualche giorno questo problema va via.
4 anni fa ho smesso di fumare e questo ha contribuito tantissimo al miglioramento della voce nel parlato e anche nel cantato.

Nel cantato le note alte le prendo con naturalezza e sono pulitissime, il problema è nel parlato.
Ho paura di avere cisti, noduli etc.

Spesso ho muchi e devo raschiare continuamente la voce.

Aspetto risposte. Grazie in anticipo a tutti e ancora auguri di buon 2019.

[#1]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Salve ,
e' necessario che lei pratichi un esame accurato delle corde vocali e del tratto sovraglottico attraverso una fibrolaringoscopia , dell'apparato pneumofonoarticolatorio e delle caratteristiche acustiche vocali. Si rivolga pertanto ad un Foniatra .
In tal modo si chiarirà al meglio i dubbi addivenendo ad una conclusione.
Buon anno a lei
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#2] dopo  
Utente 321XXX

La ringrazio.

A breve andrò dal medico otorino.

Se si tratta di cisti o polipi o noduli, possono essere curate farmacologicamente recuperando la pulizia del timbro vocale?

Grazie

[#3]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Salve,
le neoformazioni non sono suscettibili di miglioramenti di terapia farmacologica. Se ce ne è necessita' , la exeresi chirurgica non lascia traccia e insieme ad una eventuale trattamento riabilitativo ripristina una efficace ed efficiente funzionalita' dell' organo fonatorio.
Si affidi ad uno specialista, che dalle sue parti non mancano, quanto prima e risolvera' tutti i suoi dubbi.
Saluti
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#4] dopo  
Utente 321XXX

Salve.
Ho la visita il 10 Gennaio. Sono un po' in ansia ma cercherò di rimanere più sereno possibile, per quel che mi riuscirà.

Cercherò di tenervi aggiornati, a presto!