Utente 557XXX
Buongiorno, il mio nome è Valentina, perdonate il disturbo, ma ho un problema dal quale non riesco ad uscire, e vi contatto per avere un vostro consulto.
Sono una solista, quindi ho necessità di utilizzare la voce spesso.
Da un periodo a questa parte, ho notato la mia voce più pesante, roca, e non più limpida e acuta come prima, premettendo che soffro di reflusso gastroesofageo e acidità di stomaco, e quindi la notte dormendo e stando in posizione supina gli acidi dello stomaco salgono su, e per questo mi sono munita di Gaviscon prendendolo ogni sera prima di andare a letto. Ho svolto una visita presso un otorinolaringoiatra, il quale, attraverso il suo apposito strumento, si accorse che una corda vocale risultava 'sforzata' rispetto all'altra, per cui mi ha consigliato un piccolo periodo di non cantare (cosa che mi risultava molto difficile da non fare) e di proteggere le corde dall'acidità di stomaco, che poteva influire su esse.
Ora, sono stata ferma quasi 2 mesi senza professare nota, tenendo sotto controllo il reflusso attraverso il Gaviscon, e mi rendo conto di aver perso notevolmente la mia estensione vocale, avendo sempre avuto una tonalità molto alta e squillante; Quando canto mi sento perennemente sotto sforzo, come se avessi qualcosa che mi impedisse di far uscire TUTTA la voce, noto un abbassamento di voce tempestivo, e la voce è rauca e non più limpida come prima, e ho spesso un lieve muco attaccato alla gola, che, nel tentativo di farlo scendere sforzo appunto la gola stessa sentendola infiammata.
Non so più che fare, cosa posso fare per riavere la mia voce limpida? Evito tutti gli alimenti che possano in qualche modo creare acidità, assumo gastroprotettori, e sto cantando davvero poco.
Potrebbe essere che la voce si sia abbassata insieme alla mia estensione per via del periodo di 'stacco' dal canto? Perché la perdo subito? E perché la sento stanca ed affaticata? Cosa potrei fare per risolvere questo problema che per me è un disagio, in quanto solista? Riuscirò con il tempo a recuperare la mia estensione vocale con l'allenamento? Come dovrei fare a non far stancare le corde vocali?
Ho 23 anni, e posso dire di svolgere una vita alquanto stressante e frenetica per via del lavoro, quindi ho davvero pochissimo tempo per allenare la voce e scaldarla.
Perdonate se mi son dilungata più del dovuto, ma se sono qui a scrivervi, è perché dopo averle provate quasi tutte voi siete il mio barlume di speranza.
In attesa di un vostro cortese riscontro colgo l'occasione porgendovi i miei saluti ed augurandovi una buona giornata.
Valentina Dibello

[#1]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente , visto che canta , dovrebbe innanzitutto essere seguita da uno specialista che si occupi di Foniatria Artistica e quindi anche di Canto.
E' necessario con il collega rivalutare lo stato delle corde vocali sia da un punto di vista anatomico che funzionale con la laringoscopia diretta . Puo' essere utilizzata anche una spettrografia ed e' infine necessario valutare la dinamica respiratoria anche durante l'emissione canora. Il reflusso di cui lei scrive è uno degli aspetti che puo' provocare la sintomatologia che lei descrive . Dopo la visita specialistica potrebbe essere previsto poi un percorso logopedico e sicuramente quello con un vocal coach.
Si armi pertanto di pazienza e si rivolga innanzittutto ad un collega esperto. Da li' partirà il percorso medico ed abilitativo piu' consono. La voce e' un bene prezioso.
Saluti
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#2] dopo  
Utente 557XXX

La ringrazio per la cortese attenzione dottore, vedrò di svolgere tempestivamente i controlli da lei consigliati.
Ma puo' succedere di rovinare le corde vocali in così poco tempo? (intendo 4/5 mesi)
Mi sembra davvero molto strano, canto praticamente da quando avevo 7 anni, raggiungendo note di un certo livello.. Proprio ora dovevano rovinarsi? E' questa la domanda che mi angustia.
Mi affido alle sue parole e seguiro' i suoi consigli, sperando in un netto miglioramento, fino alla totale ripresa.
Spero di trovare specialisti in foniatria dalle mie parti.
La ringrazio sentitamente e nell'attesa la saluto.
Valentina

[#3]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
saluti e se vuole ci tenga informati
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria