Utente 559XXX
Buona sera. Sono un ragazzo di 38 anni. Circa un mese fa sono stato operato per insufficienza aortica severa ed aneurisma dell' aorta ascendente. In anamnesi ipertensione arteriosa.
Sostituzione valvola aortica con protesi meccanica, . protesi dell' aorta ascendente e reimpianto coronarico (bentall), in secondo momento pacemaker definitivo.
Come terapia:
mattina ore 8:
furosamide 25mg ~ ivabradina 5mg ~ omeprazolo 20mg ~ Kci retard.
pomeriggio ore 16:
coumadin ~ nifedipina 60mg.
Sera ore 2de zonzo
:
ivabradina 5 mg ~ kci retard.
La mattina appena sveglio ho i battiti accelerati rispetto a tutta la giornata (90/95) e con una pressione arteriosa sui 80/85-120/130. Il "problema" è che oltre ad avere una FC più alta rispetto all'arco della giornata sento un battito più intenso e forte tanto da avere la sensazione che la valvola mi esca fuori dal petto e logicamente il rumore della valvola non ha il solito tic tic da orologio, ma un suono più forte, marcato e fastidioso.
È normale avere questo fastidio? Battiti così accelerati e intensi solo la mattina?
Dopo circa 1 ora dall' assunzione della terapia mattutina, e aver fatto in precedenza colazione e bisogni fisiologici vari, tutto si regolarizza o perlomeno inizio a sentirmi meglio. Oggi mi è capitato di non essere stato per niente in forma con pressione arteriosa leggermente alta 80/90~130/140 e una frequenza cardiaca irregolare tanto da non aver mai carburato in maniera giusta e con frequente sensazione di malessere. Da cosa può dipendere tutto ciò? Terapia non adeguata? Pacemaker non adeguatamente settato? Sarà il caso di farmi visitare?. Ho chiamato il reparto dove mi hanno operato, ma l'unica cosa che mi hanno detto di fare è andare in pronto soccorso. Ho voluto attendere un po', prima di avventurarmi nel iter del pronto soccorso, aspettando di prendere la terapia pomeridiana e cercando di non fissarmi sulla situazione, ma a poco è servito. Ho iniziato a sentirmi meglio e ad avere una pressione arteriosa tra i 70/75~120/125 e una FC sui 70, solo verso l'ora di cena e la terapia delle 20. Non capisco se tutto ciò può essere normale o parzialmente, dato il poco tempo passato dall' intervento! Queste fasi altalenanti tra stati di benessere e malessere è possibile? Come dovrei comportarmi? Non dico che sto andando in paranoia, ma questi sbalzi mi spiazzano fisicamente e il cervello prosegue nell'opera.
Grazie in anticipo per chi può e sa darmi info e consigli.

[#1]  
Dr. Daniele Merlo

24% attività
20% attualità
0% socialità
RIBERA (AG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2018
Buongiorno, in considerazione dei sintomi lamentati e del recente intervento cardiochirurgico la situazione andrebbe approfondita e, in caso di disturbi acuti, è corretto il consiglio di accedere al Pronto Soccorso, dove poi in base agli accertamenti eseguiti le daranno il successivo iter diagnostico-terapeutico.
Dr. Daniele Merlo
https://www.studiomedicomerlo.com