Utente
Buonasera, sono diabetico tipo 2, iperteso, sindrome metabolica, ansioso.
Seguito a livello farmacologico.
Dopo ecg sotto sforzo con esito positivo mi sono sottoposto il 20.12 a TAC coronarica.
Esito: calcium score 339 agatston, 304 volume.
elevato profilo di rischio per età.
Circolo a dominanza bilanciata.
Coronaria sx, tronco comune indenne da lesioni.
Ramo interventricolare anteriore con decorso regolare, presenta focale placca a componente calcifica al tratto medio.
, condizionante stenosi di grado moderato 50%.
Restante tratto esente da lesioni.
Ramo I diagonale, presente focale placca calcifica non significativa 30%.
Ramo II diagonale esile indenne da lesioni.
Ramo circonflesso, regolare decorso, presente al tratto medio grossolana calcificazione non condizionante stenosi critica (30/40%).
Il tratto distale lunga ateromasia mista che determina stenosi critiche in serie.
Primo ramo marginale ottuso, ben rappresentato indenne da lesioni.
Secondo ramo marginale ottuso, presenta una placca a componente mista sub critica (40%).
Ramo postero laterale apparentemente indenne da stenosi critiche.

Coronaria destra si presenta di esile calibro e malacica in tutto il suo decorso anche nei rami terminali.
Ramo interventricolare posteriore apparentemente indenne da stenosi critiche.
Ramo per il ventricolo destro: indenne da lesioni.
Non significative alterazioni morfologiche delle camere cardiache e strutture valvolari.
Non formazioni trombotiche.
Non versamento pericardico.
Aorta toracica nei limiti.
Bulbo aortico35x35mm in valvola tricuspide e Aorta ascendente 30x32 mm.
Conclusioni: albero coronarico esente da anomalie e decorso... Diffusa ateromasia coronarica prevalentemente calcifica con stenosi critiche al tratto distale del ramo circonflesso.

Premetto che la cardiologa mi ha detto che al 90 % dovranno applicare uno stent.
La coronarografia è fissata per il 9 gennaio.
Per il medico curante la situazione non è grave ma da seguire.

Le mie domande: non ho sintomi, nemmeno durante ecg sotto sforzo.
È tardi aspettare il 9?
Cosa posso aspettarmi dalla coronarografia?
By pass?
Inoltre le radiazioni di due esami del genere sono pericolose?
Scusate le domande ma sono soggetto ansioso e con attacchi di panico.
Ringrazio in anticipo chiunque volesse rispondermi.
Auguri di Buon Natale a tutti.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
anche io penso che ci siano lesioni suscettibili di angioplastica e stent.
il fatto che non abbia dolore è legato al,diabete: spesso i diabetici non hanno il sintomo angina in caso di ischemia .
Oltre al tentativo dimPTCA lei è un paziente che deve essere sottoposto a terapia medica intensa per rallentare la progressione dell aterosclerosi coronarica .
cerchi di perdere diversi chili, cammini un ora al,giorno e stia lontano dal fumo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dott.Cecchini, la ringrazio per il pronto riscontro.
Secondo lei è tardi arrivare al 9 gennaio? Il mio medico di base mi ha detto che non è una situazione grave ma necessita di coronarografia. L'aspetto che purtroppo non posso ignorare è la mia ansia e tendenza a subire attacchi di panico. Da decenni ogni segnale di disturbo (capogiri, mancanza di respiro, tremori) viene da me letto come possibile morte imminente. A livello cardiologico ogni anno svolgo visita specialistica, ecg, eco tsa e ecocardio, risultati sempre negativi tranne ecg da sforzo di questo mese. Esami del 24.12 CPK MB 1,25 TROPONINA I 0,001.
Grazie ancora per il prezioso servizio.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
E' un lasso di tempo assolutamente ragionevole
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Buonasera, ancora grazie per il suo gentile riscontro. Negli esami del sangue effettuati il 24.12, oltre ai marcatori cardiaci che le avevo segnalato nella mia precedente comunicazione, il valore del potassio risulta essere 3.25. Sapendo i miei problemi di carattere medico è indicata l'assunzione di un integratore senza zucchero? Può interferire con la cura in atto per diabete 2,ipertensione e dislipidemia? Grazie, cordiali saluti

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
tali valori di potassemia verosimilmente sono legati alla,terapia che peraltro lei non indica nei suoi post
è sufficiente che lei mangi arance e frutta secca, semi
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Buonasera, terapia attuale : sereupin 20mg/die, lorazepam 5mg/die, Metformina 1000+500+1000mg, totalip 20mg/die, giant 40/10/die, cardioaspirin 100mg/die. Il valore del potassio a novembre era pari a 4,07. La diabetologa mi ha prescritto, a metà dicembre, vytorin 20/10 in sostituzione del totalip e aggiunta bisoprololo 5 mg. Questi due farmaci non ho ancora iniziato a prenderli perché la prescrizione era avvenuta prima dell'esito della tac coronarica. Crede possa iniziare senza problemi anche con questi due farmaci? Per Il potassio non capisco un calo così importante in breve tempo. Ancora grazie. Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
può darsi che sia un refuso di laboratorio a meno che non abbia avuto vomito o diarrea...
niente di drammatico comunque

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8] dopo  
Utente
Buonasera. Vorrei aggiungere alcuni risultati di esami svolti.
Eco color doppler. Tsa, pervieta'carotido succlavio vertebrale bilaterale. Lieve ispessimento medio intimale delle carotidi comuni con imt di 1.1 mm.
Aorta addominale di calibro regolare.
Arti inferiori, pervieta' degli assi arteriosi con flussi diretti e validi fino alle tibiali.
Conclusioni : lieve ateo Asia non stenosante degli assi carotidi.
Oculistica:cornea indenne, ca np ov, lente in sede trasparente. Papilla vasi e retina secondo età.
Eco cardiogramma: camere cardiache di normali dimensioni, spessori e funzione contrattile (DTD 44mm,SIV e PP10 mm. EF 60%.
Radice Aortica, Aorta ascendente ed arco nella norma (30,28,26mm). Non valvulopatie. Sezione destra e papa nella norma. Non versamento pericardico.
Hb glicosilata 52, col tot. 199 hdl 54, ldl 142,tgl 121, omocisteina negativa, tsh nella norma, vit. D 9,funzione renale e emocromo nella norma.
Gradirei un commento, spero confortante, in vista della coronarografia del 9.1.2020. Sono sull'orlo di una crisi di panico con paura di morire. Grazie a chiunque voglia darmi una risposta. Buona serata.

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
non drammatizziamo
tutti gli esami che ha elencato sono normali
attenda con fiducia la,coronarografia ed il tentativo di angioplastica coronarica

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, la cardiologa mi ha comunicato che, 5 giorni prima dell'angioplstica devo assumere, oltre alla cardioaspirina 100 mg che attualmente prendo, anche plavix. Sto inoltre assumendo paroxetina che ha effetti anti aggreganti. Le chiedo se ritiene corretta l'assunzione dei 3 farmaci prima dell'intervento tenendo presente che la paroxetina non può adesso essere interrotta. Le chiedo, inoltre, i tempi per ritornare al lavoro dopo l'intervento. Ovviamente stimati in base alla sua esperienza. Svolgo attività sedentaria in ufficio. Ringrazio anticipatamente per la disponibilità e colgo l'occasione per porgere cordiali saluti.

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Puo' assumere con tranquillita' quei farmaci
Potra' tornare al lavoro dopo un paio di settimane, ma gia dal 2-3 giorno potra' riprendere una vita normale

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, ho iniziato ieri ad assumere una compressa di plavix 75mg alle ore 8,00 in aggiunta alla cardioaspirina 100mg che prendo alle ore 21.00. Da ieri sera ho capogiri soprattutto quando mi siedo, provenendo da posizione sdraiata e quando sono in piedi. La pressione è sempre la solita 135/85. Può essere questo medicinale? Giovedì mi sottoporrò all'angioplastica. In questi giorni mi sono limitato a riposare e, forse a causa della mia situazione legata a disturbi ansiosi e di panico, continuo a pensare cosa succederà durante l'intervento e dopo. Per i capogiri, invece, è una sensazione reale. Ringrazio in anticipo per la disponibilità dimostrata. Cordiali saluti.

[#13] dopo  
Utente
Buonasera, ieri ho effettuato la coronarografia con il seguente referto : coronaria sx:tronco comune indenne, ramo IVA stenosi severa focale 95 %al tratto medio regolare a valle. Ramo cx ateromasia diffusa con stenosi severa 95% lunga al tratto distale. Coronaria dx: ateromasia non significativa. Indirizzo terapeutico :angioplastica. Lesioni trattate :2. IVAMEDIA : stenosi pre 95%post 0%.CFX DISTALE :Pre 95 %post 0%. Sono stati utilizzati stent con rilascio sostanza attiva.
Le mie domande :un suo giudizio sull'esito dell'intervento e prospettive di ripresa per il futuro. GRAZIE

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno a tutti i medici. È possibile avere un riscontro alla mia richiesta di un parere inviata ieri? Ringrazio anticipatamente per la disponibilità. Cordiali saluti

[#15]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
hanno eseguito un ottimo intervento.
rimane sempre una persona di oltre mezza età con notevoli fattori di rischio, quindi segua attentamente la terapia che le hanno prescritto , si mettano dieta stretta, cammini almeno un ora al giorno e mantenga i valori di colesterolemia totale al di sotto dei 200 mg e la frazione LDL al di sotto di 100.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#16] dopo  
Utente
Come al solito impeccabile nei riscontri. Grazie dottore.

[#17] dopo  
Utente
Buonasera dottore, le chiedo se sia normale che si sia formato una lieve protuberanza al polso dove è avvenuto l'accesso per l'angioplastica effettuata una settimana fa. Nei primi giorni non avevo nulla. Ho dolenza solo premendo sul polso. La ringrazio per la disponibilità. Cordiali saluti

[#18]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
sono piccoli ematomi da stravaso di sangue al momento della inteoduzione del dilatatore
ci vorrà qualche giorno di più

saluti
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#19] dopo  
Utente
Buonasera, a circa 20 giorni da angioplastica con due stent mi sento abbastanza bene. L'unico problema è che premendo leggermente sopra lo sterno a sx provo dolore. Solo premendo. Chiedo se tale dolore può essere riconducibile alla patologia coronarica. La seconda domanda è relativa ai controlli da effettuare dopo un mese. Quali esami effettuare? Ecocolordoppler cardiaco? Eco tsa? Ecg? Esami bioumorali? Grazie per l'attenzione. Cordiali saluti.

[#20]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Nessuna origine cardiaca del suo dolore sternale.
Al momento della dimissione vengono regoalrmente fornite le date e l'elenco degli esami da eseguire.
KLegga sulle dimissioni

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#21] dopo  
Utente
Egregio Dr. Cecchini, mi collego ai precedenti consulti per chiederle un parere particolare. In questa situazione di restrizioni per spostamenti vorrei sapere se mi è possibile uscire per una passeggiata una mezz'ora al giorno. Dopo aver effettuato l'angioplastica con l'applicazione di due stent,il movimento quotidiano mi è stato prescritto come terapia. Abito in collina con alcuni sentieri poco frequentati. Cosa fare? Da una settimana ho interrotto qualsiasi uscita potendo lavorare da casa. Nell'attesa di un suo cortese riscontro colgo l'occasione per ringraziare sentitamente tutti i medici, infermieri e personale sanitario che con altissimo senso del dovere sta combattendo in prima linea questa situazione così grave. Cordialità

[#22]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non è l aria aperta che le fa male, ma semmai la presenza di persone potenzialmente infette attorno a lei.
quindi non vedo perche lei non dovrebbe camminare in campagna

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso