Utente cancellato
Salve Dottore sono un ragazzo di 27 anni. Circa 4 anni fa sono stato sottoposto a studio elettrofisiologico in seguito a un caso di morte sospetta in famiglia, avvenuta però anni a dietro, per escludere un problema aritmico, dato che accusavo tachicardie soprattutto notturne. Lo studio risulto negativo per induzione di aritmie ipercinetiche ventricolare con triplo extrastimolo (N.B potenziali tardivi ventircolari positivi e bbdx incompleto all'ecg) . Nel corso degli anni ho effettuato sempre accertamenti (una/due volte l'anno) risultati sempre nei limiti della norma. Qualche mese fa ho effettuato anche holter 24 h che ha evidenziato la presenza di 5 extrasistoli ventricolari e 2 sopraventricolari. La mia preoccupazione però era legata al fatto che nell'ultimo periodo ho accusato delle extrasistoli precoci, che hanno posticipato il battito normale in maniera abbastanza precoce e mi sono preoccupato che quelle poche extrasistoli che il mio cuore ha durante l'arco della giornata possano essere quelle extrasistoli pericolose che fanno male al cuore o che causano problemi, dato che il dottor mi disse che l'hotel era normale e che quelle extra erano isolare e prove di malignità. Avendo però accusato queste extrasistoli precoci mi sono un po' preoccupato che quell'holter avesse registrato solo extrasistoli benigne e non pericolose come magari quella che ho avvertito io. Alla luce della familiarità e dei vari esami che ho sempre effettuato (compreso esami del sangue, ormoni tiroidei ecc) lei cosa ne pensa? Queste extra premature molto precoci che avverto non devono preoccuparmi? La ringrazio, le auguro una buona giornata e le porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non e' possibile definire una extrasistole "precoce" dal punto di vista clinico, dal momento che si tratta di millisecondi che certo non sono apprezzabili ne' al polso ne' soggettivamente.
Inoltre lei ha eseguito uno studio elettrofisiologico che ha escluso patologie.

Si deve quindi solo tranquillizzare ed abituarsi alle banali extrasistoli che noi tutti abbiamo

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
486836

dal 2018
La ringrazio vivamente per la sua disponibilità e gentilezza dottor Cecchini. Permetta un'ultima domanda, che più che altro è un dubbio che mi è sorto durante l'ultimo ecg. Il tracciato ha riportato una frequenza di 80 bpm, frequenza che io non ho mai avuto durante gli esami perché essendo emotivo e avendo la "sindrome del camice bianco" è risultata sempre più alta, a volte anche 104 bpm. La mia domanda è se fosse possibile che magari un mal posizionamento degli elettrodi (che mi furono posizionati da una tirocinante medico) possa aver influenzato la corretta esecuzione dell'ecg. Grazie infinite per la risposta. Distinti saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Assolutamente no.
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
486836

dal 2018
Grazie infinite per le risposte dottore. Buona giornata

[#5] dopo  
486836

dal 2018
Gentile dottor Cecchini mi perdoni se la riscrivo a breve distanza dall'ultima risposta. Per quanto riguarda i potenziali tardivi positivi (il tracciato dice ricerca potenziali tardivi ventricolari positivi per 3 punti) questo implica un maggior rischio? Premetto che anche questo l'ho eseguito 4 anni fa in concomitanza con lo studio elettrofisiologico. Grazie e scusi l'ennesima domanda

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
A questa domanda le ha gia' risposto il Dott. Rillo , con il quale concordo.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#7] dopo  
486836

dal 2018
Mi perdoni dottore mi può rammentare la risposta del dottor Rillo, cortesemente?

[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi pareva che il Dott. Rillo avesse trattato lo stesso argomanto ad un paziente con la sua stessa storia: SEF negativo, potenziali tardivi positivi,,etc etc.)

https://www.medicitalia.it/consulti/cardiologia-interventistica/603755-tachicardie-potenziali-tardivi.html


Pensavo fosse lei.
Mi scusi allora.

Ad ogni buon conto se lo studio elettrofisologico che lei ha eseguito e' risultato negativo non vedo alcun motivo di preoccupazione.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#9] dopo  
486836

dal 2018
Ma si figuri dottore, sono io che devo ringraziarla. Grazie ancora per le risposte, lei è una persona gentilissima. Buona serata