Utente
Buongiorno, sono un ragazzo di 25 anni, ormai da 4 anni ho fatica a fare sforzi anche lievi (dolore toracico, affanno), l'anno scorso in seguito ad un ricovero è stato riscontrato attraverso un'angiotac un ponte miocardico lungo 3 cm e profondo a carico del tratto medio della IVA. Da quel momento ho provato prima diltiazem, ho iniziato con una dose di 30 mg x 3, ma quando ho alzato a 45 x 3 ho iniziato ad avere dolore allo stomaco, stitichezza, e soprattutto il farmaco non aveva quasi nessun effetto positivi sul dolore ecc. Da 10 giorni circa son passato ad Atenololo 50 mg x 2, il problema principale è che questo farmaco mi fa sentire malissimo a livello mentale, mi sento molto confuso, faccio fatica a concentrarmi a pensare mi sento come "ovattato" sento una grandissima fatica mentale e questo mi da molti problemi, la pressione con 50 mg x 2 era da seduto 86/54.
Da circa 6 giorni mi è sta abbassata la dose a 25 mg x 2 ma i miei sintomi "mentali" non sono migliorati molto, la pressione da seduto è 90/55 mentre da sdraiato 100/50, la Cardiologa mi dice di continuare ma io non riesco a sopportare questi sintomi, sostanzialmente ho il timore che questi sintomi alla testa permangano anche dopo la sospensione o il cambiamento del farmaco.

[#1]  
Dr. Mariano Rillo

52% attività
16% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, i sintomi che riporta sono dovuti a effetti secondari dei farmaci...in particolare i betabloccanti che assume abbassano molto la pressione arteriosa e questo giustifica i suoi sintomi. Non sono disturbi che resteranno alla sospensione dei medicinali , il problema è che se non li assume non avrà nemmeno i vantaggi della protezione che danno sulle sue coronarie...
Cordialità
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
L' atenololo e' un beta bloccante che attraversa la bariera ematoencefalica ed e' questo il moptivop per il quale le da fastidio.
Puo suggerire al suo cardiologo di provare a camnbaire beta blocate (nadololo, bisoprololo,etc...-) al fine di trovare il beta bloccante che le di meno effetti collaterali.


Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso