Utente
Salve, sono una ragazza di 25 anni alla poco meno di 1m e 60 e peso all'incirca 45 kg. Circa 3 anni fa ho cominciato a soffrire di forti attacchi di panico e ansia molto invalidante. Dopo circa un anno ho cominciato a seguire delle cure omeopatiche che mi hanno aiutata molto; non ho più avuto attacchi di panico ma tutti i sintomi fisici legati all'ansia mi hanno molto debilitata, soprattutto psicologicamente. Durante i primi periodi, preoccupata di avere problemi al cuore (a causa della tachicardia e i dolori al petto che, a quanto pare, erano dovuti alla somatizzazione) ho effettuato un elettrocardiogramma ed un ecocardiogramma con esiti del tutto nella norma, solo i battiti in quel momento erano un po' accellerati a causa della mia agitazione, 95 bpm. A distanza di un po' di tempo ho cominciato a soffrire di extrasistole, il sintomo in assoluto più debilitante che ho avuto in questi anni, perchè innesca in me molta paura che da un momento all'altro il mio cuore si possa fermare. Ci sono periodi in cui li avverto molto forti ed altri, come in questo momento, in cui sento solo dei leggeri colpi in gola. Il mio medico ritiene che io non debba sottopormi ad altri esami al cuore (anche se quando ho eseguito i precedenti esami ancora non soffrivo di extrasistole) perchè associa questi miei disturbi all'ansia e alla mia ipocondria, dice che devo stare tranquilla e pazientare perchè le extrasistole spariranno da sole con il tempo. Il mio medico riesce a tranquillizzarmi fino a che non ritorno a casa ed avverto il solito colpo in gola!
Secondo il vostro parere, come dovrei comportarmi? Le mia extrasistole possono essere pericolose? Spariranno, prima o poi? O, a lungo andare, possono causarmi ulteriori problemi?
Vi ringazio per l'attenzione!

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le extrasistoli sono uno dei tipici sintomi che un paziente con ansia e panico lamenta.
Se poi volesse sincedrarsene, programmi un Holter, ma solo se questo esame non dovesse farle crescere l'ansia.
Altrimenti lasci stare perche' non ne ha bisogno


Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio davvero sinceramente. può immaginare quanto possa essermi d'aiuto questa sua risposta e sapere che anche lei è concorde con il mio medico.
Solo un altro piccolo appunto, spesso mi capita di avere dei problemi all'esofago (non ricordo il termine esatto del disturbo, ma è sempre legato all'ansia) che mi causa frequenti eruttazioni e pesantezza al petto; possono dipendere anche da questo le extrasistole?
Quindi è normale avvertirle anche se io non mi sento particolarmente in ansia? Spariranno prima o pi?!
Comunque. per quanto riguarda l' Holter, è molto probabile che il pensiero di effettuarlo mi farebbe stare solo più in ansia. Se anche lei concorda sul fatto che sia superfluo, eviterei!
La ringrazio ancora

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Faccia come crede.
Certamente problemi esofagei e di meteorismo possono facilitare aritmie banali

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso