Utente
Salve, avrei bisogno di sapere come devo comportarmi con la terapia per l'ipertensione (la pastiglia). Sono in Africa, quindi caldo torrido, per lavoro da 4 mesi e dovrei rimanerne ancora 1 circa. Sto accusando da circa 15 giorni dei lievi capogiri che attribuivo alla stanchezza, per questo motivo oggi ho misurato i valori della pressione che sono nella media di 108/62, 58 bpm, la mattina appena sveglio 100/60, 56 bpm il valore più basso e 116/65, 60 bpm il più alto (valori misurati durante tutta la giornata dove volutamente non ho preso la pastiglia). Tengo a precisare che svolgo regolarmente attività fisica moderata 5 giorni la settimana e godo ottima salute a parte i capogiri quando passo da seduto ad in piedi, dovuti sicuramente ai livelli bassi di pressione e non ho nessun altro tipo di sintomo. Continueró quotidianamente a misurarmi la pressione ma il mio dubbio consiste in come comportarmi con la pastiglia qualora continuassi ad avere gli stessi livelli bassi: dovrei sospenderla (se posso), dovrei dimezzarla, o cosa altro dovrei fare? Per logica se continuassi ad averli così bassi non ci sarebbe alcuna necessità di abbassarli ulteriormente. Il farmaco che prendo è il LOSAZID 100+25mg LOSARTAN POTASSICO/idroclorotiazide. Non posso contattare telefonicamente il mio medico perché nel posto dove mi trovo non c'è altro che la linea internet e vorrei per cortesia ricevere celermente un consiglio su come comportarmi non volendo agire esclusivamente d'iniziativa. Grazie anticipatamente e cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Presidente ridere il losazid ad una paziente che va in Africa equivale a spingerla sotto un treno

Lei fa un Sartani ed un diuretico , specie quesr ultimo é di feojndicato alle sue temperature

Arrivederci

Csccn
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Quindi????? Sarei contento se la risposta fosse scritta in una lingua comprensibile. Grazie

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma avevo problema con la tastiera del tlefonino.
Le dicevo che somministrre un srtano specialmente con un diuretico ad un paziente sottoposto ad elevate temperature com e possono esserci in Africa e' molto pericoloso.

Fondamentalmente per il diuretico che va evitato .
Quindi eventualemnete assumere solo Losartan (eliminando il diuretico9 ed al contrario bere molto, almeno due litri di acqua al di', riducendo il piu' possibile il sale nella dieta.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, adesso è tutto più chiaro. Riguardo all'acqua ed al sale (che ho eliminato da tempo o perlomeno ridotto al minimo) mi è tutto chiaro, purtroppo rimane il dilemma della pastiglia in quanto comprende le due sostanze, non sono scindibili una dall'altra. Quindi il problema torna da capo, cosa fare?
Grazie

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Esiste anche ilmlisartan senza diuretico .

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Sicuramente esiste, non lo metto in dubbio, ma nel posto dove sono avrei qualche difficoltà a trovare una farmacia (non ce ne sono) e mi devo arrangiare con quello che ho. Nasce proprio da qui il problema. Saluti

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non so come io possa risolvere il problema logistico: per il momento beva almeno 2 litri di acqua al di e mangi piu salato del solito

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso