Utente 177XXX
Buongiorno,
ho 45 anni, vita abbastanza tranquilla,lavoro d'ufficio , tre volte a settimana palestra e jogging, non fumo e non bevo alcolici, dopo questa premessa vengo a porre la mia domanda: da diversi giorni soffro di una leggera tensione nucale che aumenta con il passare delle ore, testa pesante e leggeri sbandamenti. Mi sono recato dal curante che mi ha prescritto una visita dentistica per mal occlusione, risultato messo un bite dentale. Tutti questi sintomi mi hanno portato una certa ansia, che si è scatenata lunedì scorso: mi sveglio nomralmente faccio colazione, premessa mi sentivo una certa agitazione, mi reco al lavoro faccio le scale dello studio è mi crolla tutto all'improvviso,battiti accelerati, sudorazione improvvisa, sbandamenti e sensazione di calore alla testa, formicolio alle braccia ed alle mani; vengo portato in ospedale al PS in codice giallo, elettrocardiogramma ripetuto 4 volte nella norma, battiti regolare, pressione 131/89, analisi del sangue e enzimi cardiaci tutto ok come anche l'RX toracica. Vengo dimesso in serata con gocce di lexotan attribuendo i sintomi ad un'attacco di panico, oltre a sospettare che il tutto sia stato scatenato da cervicalgia (piccola ernia cervicale - ma non ho dolore). Adesso ho fatto le analisi per la tiroide (già fatti l'anno scorso è negativi) colesterolo totale e glicemia ed emoglobina glicata sono in attesa dell'esito. Ad oggi mi sento ancora un po agitato, una sensazione di irrequietezza e fiato corto, specie quando questa mattina ho rifatto le scale per l'ufficio in cui lavoro, come un senso di oppressione. Premetto che soffro da anni di esofagite da reflusso e colon irritabile ma in questo periodo non avverto dolore di stomaco o acidità solo digestione lenta, boh!
Vorrei sapere se quest sintomi sono da collegare ad una malattia cardiologica o ad altro, sono un tipo ansioso, e faccio spesso controlli medici, un anno e mezzo fa ho fatto anche un eco-cuore tutto nella norma. Sto impazzendo! Può essere ansia, cervicale o l'esofagite?
Ringrazio per il tempo in anticipo e porgo saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Nel 2016 lei aveva gia' presentato sintomi analoghi ed il Collega Otorino le aveva risposto con un lungo ed esauriente post.

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/510213-otoliti_e_vertigini.html

Dal punto di vista cardiologico mi pare che anche i Colleghi del PS abbiano escluso cause cardiache.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 177XXX

La ringrazio per la tempestiva risposta, ma il PS ha escluso che siano stati gli otoliti, dato che io avevo fatto presente di averne sofferto in passato, ma secondo il dott. del PS la sintomatologia avvertita non rientrava in un problema otorinico.