Utente 522XXX
Scrivo per un chiarimento, prendo da tre anni eliquis, due da 5 al giorno. A 55 anni ebbi una tromboembolia , trombosi venosa polpaccio ed embolia polmonare fortunatamente non massiva.
Anticoagulante a vita anche per via di una trombofilia genetica.
Ho sempre fatto parecchio sport , chiaramente hominterrotto una arte marziale da contatto.
Chi fa sport ha ogni tanto un po’ di risentimenti o qualche piccolo infortunio, ed io trovavo grande sollievo e soluzione o con panca ad inversione, o con cavigliere gravitazionali ( ti appendi per le caviglie a testa in giù)
Per uno strano presentimento sono andato a leggere le controindicazioni per questo tipo di esercizio, di rilassamento, ed un po’ dovunque trovato il consiglio ad evitare se si prendono anticoagulanti. Non l’ho più fatto ma mi è rimasta la nostalgia.
Volevo cortesemente sapere se il divieto a stare qualche minuto a testa in giù è per un pericolo di qualche emorragia , che ne so, a livello cerebrale, o per rischio emorragie da trauma o cadute.
Ringrazio chi vorrà rispondermi.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non è che stare a testa in giù , come dice lei, faccia venire le,emorragie cerebrali, ma chi assume anticoagulanti deve cercare di evitare traumi specie cranici, quindi per esempio indossare il casco in bicicletta, etc etc.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 522XXX

Ok , grazie Dottore per la tempestiva risposta , quindi con le giuste accortezze in massima sicurezza si può fare? Pensavo che la pressione che aumenta a livello di vadi della testa potesse essere pericolosa

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
No non c'entra niente.
Non capisco il piacere nel giocare a fare il ...pistrello..ma non e' una controindicazione .

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 522XXX

Non è giocare al pipistrello, evidentemente bisognerebbe provare, il sollievo per muscoli schiena e articolazioni è notevole, chiaramente massimo pochissimi minuti, senza esagerare. La salute credo non passi solo per una pillola chimica, a parte casi importanti dove inmedicinali sono indispensabili, specie nella sua specializzazione. Alcune volte mi sembra che voi medici ripudiate a priori tutto ciò che esce dai canoni classici della medicina. La mia non vuol essere una polemica, ma una constatazione, integratori perdita di tempo, ginnastiche alternative perdita di tempo, eppure qualcosa che funziona c'è. Io non rifiuto nulla , accetto per la mia sicurezza di assumere un anticoagulante a vita, ma credo che poi ci siamo anche vite parallele da percorrere assieme a quella ufficiale.
L’esercito americano, non che mi siano simpatici i militari, ha introdotto la posizione inversa bei programmi di addestramento dei militari , perché sono stati riscontrati benefici nella postura, nel controllo dello stress, miglioramento della circolazione e addirittura miglioramento del sistema immunitario. Ora io non sono un boccone , anzi San Tommaso mi fa un baffo , ma dico che avendolo provato qualche beneficio lomapportava, per quanto mi riguarda il rischio di cadute è minimo, anzi praticamente zero per alcuni accorgimenti che adotto, non ultimo il fatto che con la testa poi siamo a 20 cm da terra.
Comunque grazie per il confronto

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Guardi che io scherzavo....

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 522XXX

Allora pardon, comunque voleva essere una chiacchierata e non una polemica. Spesso i social non trasmettono le reali intenzioni di chi scrive