Utente
Buongiorno cari Medici di Medicitalia,
vi scrivo per avere un parere riguardo ai miei valori pressori degli ultimi giorni perché ho riscontrato in alcune misurazioni, esclusivamente di sera, alcuni valori un po' elevati. Infatti di mattina, i miei valori di sistolica vanno da 115 a, rare volte, 136 e la diastolica da 75 a, rare volte, 86; quindi, di mattina, i valori risultano essere normalissimi.
Di sera, tali valori aumentano un po' e vorrei chiedervi un vostro gentile parere. Di seguito i valori degli ultimi due giorni:

08 Aprile (SERA):
120/85
136/85
138/89
123/80
139/83
137/83
118/81
138/87
133/84
126/85
124/83
129/89
131/89
127/86
131/83
132/84

09 Aprile (MATTINA)
136/86
111/76
125/82
124/74

09 Aprile (SERA)
126/90
137/91
135/86
130/84
135/85
131/90
130/89
127/86
131/87
127/85
123/83
128/82
124/81
131/86
121/87
131/87
131/83
129/82
136/86
133/83

So che sono innumerevoli misurazioni, ma ne ho fatte così tante proprio per verificare la mia situazione inerente alla pressione arteriosa e vi chiedo gentilmente di leggere tali valori e darmi un vostro parere al riguardo. Come si può notare, di mattina ho sempre valori pressori ottimi, ma di sera aumentano un po', con l'alternarsi di valori normali e valori altini. Infatti, dalle misurazioni serali, si può notare che a volte e, quindi, non per tutte le misurazioni, ho valori altini.
Secondo voi, è normale avere a volte valori pressori un po' elevati e altre volte normali?
Grazie.
Distinti saluti.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se vuole avere una reale valutazione dei suoi valori pressori esegua un Holter Pressori anziché misurarsi ossessivamente la pressione alla sua età
Neppure un vecchio pensionato si misura 10 volte di seguito la pressione....
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
Ho già intenzione di effettuare un holter pressorio, ma per motivi personali non potrò farlo prima di un mese; per questo ho fatto tale domanda su questo sito, ma non mi ha dato risposta in merito.
Per favore, potrebbe dirmi, in base ai valori riportati nel post precedente, se presento valori pressori normali o meno? Quelle poche misurazioni elevate che ho scritto nel post precedente, possono ritenersi fisiologiche, oppure una persona normotesa non dovrebbe mai presentare, nemmeno alcune volte, valori così elevati?
Sperando in una Sua cortese risposta, La saluto.
Grazie.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei ha valori normali per una persona ansiosa ed ipocondriaca come lei e'.
Per questo serve l' Holter pressorio.
Le automisurazioni in pazienti come lei sono deleterie e non affidabili

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Dott. Cecchini, Lei ha capito perfettamente quale è il problema del mio carattere: l'ansia.
Il problema è che io mi accorgo quando sono ansioso e quando non lo sono e durante le automisuarazioni sono abbastanza calmo. Per questo ho chiesto un parere generico sulle mie automisurazioni.
Quindi, riformulo la domanda in altre parole per potermi spiegare meglio: una persona NON ansiosa che a volte presenta valori elevati e a volte presente valori normali, come quelli che ho scritto prima, può essere considerata ipertesa, oppure l'ipertensione viene posta in essere solo quando costantemente i valori pressori sono elevati e non come me, che solamente qualche volta presento valori un po' elevati?
Grazie mille.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Forse non mi sono spiegato .
I valori di automisurazione NON sono attendibili e non solo per la qualita' dell'apparecchio, ma perche' mancano i valori notturni e quindi non si sa se il paziente sia un "dipper" o "non dipper".
Ed e' questo che fa la differenza di rischio, ed e' per questo che occorre un Holter pressorio.

Con questo la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Dottore, con i termini che ha citato (dipper/non dipper), ho ripreso un holter pressorio effettuato tempo fa e che mi aveva riscontrato una pressione sistolica normale e una diastolica un po' elevata. Non l'ho mai considerato, perché il medico mi disse che ero troppo ansioso e, effettivamente, durante la giornata dell'esame, sono sempre stato "angosciato" dalla situazione.
In ogni caso, sul referto ci sono scritte queste parole, oltre alle considerazioni sulla pressione sistolica e diastolica: "presenza di calo fisiologico notturno.
Inoltre, le scrivo i valori avuti durante la notte:
SIS: Med 117- Max 137- Min 108
DIA: Med 78- Max 93 - Min 66
FC: Med 61 - Max 73 - Min 56
PAM: Med 91- Max 106- Min 80
PP: Med 39- Max 47- Min 30

In base a ciò che è scritto nel referto, ciò vuol dire che sono un profilo dipper?
Le sottolineo una cosa importante: ricordo benissimo che durante la notte, mi sono svegliato ogni singola volta in cui il misuratore automatico partiva per la misurazione. Quindi mi svegliavo in continuazione e non ho avuto un sonno "lineare".
Aspettando un suo consulto, La saluto.
Grazie.

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi invii il referto se vuole
Perché il responso è del tutto incompleto

crcchinicuore@gmail.com
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8] dopo  
Utente
Dott. Cecchini, Le ho inviato l'esito dell'holter alla Sua mail.
Grazie mille.

[#9] dopo  
Utente
Gentile Dott. Cecchini, molto probabilmente, non ha ricevuto la mia mail con l'esito dell'holter, in quanto ho riscontrato qualche problema proprio con la mia applicazione della mail.
In ogni caso, Le scrivo, in sintesi, l'esito dell'holter riferito alla media del giorno e alla media della notte:

Periodo da sveglio:
SIS: med 136- max 178- min 99
DIA: med 93- max 127- min 59
FC: med 77- max 128- min 53
PAM: med 108- max 139- min 73
PP: med 43- max 75- min 16

Periodo mentre dorme:
SIS: med 117- max 137- min 108
DIA: med 78- max 93- min 66
FC: med 61- max 73- min 56
PAM: med 91- max 106- min 80
PP: med 39- max 47- min 30

In questo caso, ho notato dal referto una diminuizione notevole della pressione durante la notte, anche se sottolineo ancora una volta che mi sono svegliato in continuazione durante le misurazioni notturne e ciò lo spiegai anche al cardiologo, ma quest'ultimo ha scritto da una parte che avevo un normale calo fisiologico notturno della pressione, mentre dall'altra ha scritto che durante la notte ho avuto una media sistolica normale, mentre la diastolica è da ipertesi, eppure durante la notte la sistolica ha avuto una media di 78 mmhg, nonostante i miei continui risvegli durante la notte a causa del rumore dell'holter.
Per favore, può darmi una spiegazione?
Il mio medico curante, conoscendomi dalla nascita e sapendo di essere molto ansioso, ha detto che poiché la pressione durante la notte, nonostante mi fossi svegliato molte volte, è risultata normale, il significato della pressione diastolica un po' elevata durante il giorno è stata dovuta proprio dalla mia ansia.
Ciò può essere vero?
Aspettando una Sua cortese risposta, La saluto.
Grazie.