Utente
Buonasera
Vorrei un consiglio sulla situazione che descriverò qui sotto. Premetto che non sono preoccupata ma solo stanca dal perdurare e perplessa.
Sono quasi 7 anni che sono in terapia preventiva per FAP, sono seguita da un cardiologo, ma purtroppo le lungaggini della sanità non mi facilitano nel contatto con il medico. Inoltre ho dovuto constatare che il mio desiderio di superare la situazione non viene capito. Attualmente la terapia è 2 cp di flecainide da 100 mg al giorno, 1 cp da 1, 25 di bisoprolo (tenuto basso perché ho un ritmo molto lento) ticlopidina. Per colesterolo alto familiare prendo le statine. So di essere in obesità di 1 grado e sto seguendo una dieta proposta dal dietista ospedaliero, cerca anche di fare movimento.. . . È qui casca l asino: quando vado a camminare se affronto una anche minima salita mi parte il classico battito in gola, cosa che mi succede a volta facendo movimenti come le scale.. . Ma ciò non succede sempre.. . A volte si a volte no: per cui non so mai se mi capita o meno. So che potrebbe essere ansia, ma prima di liquidare tutto con ansia., vorrei capire. I test fatti (holter., ecocardio, varie analisi sangue erano ok) solo il test da sforzo evidenziava un extrasitolia in recupero. Altra cosa a volte mi sveglio di notte con un forte tremore, ma credo sia ansioso, anche se purtroppo adesso succede quasi tutte le notti e sta diventando uno stress nel presunto stress.
Come mi consigliate di affrontare il tutto?
Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Direi che oltre alla terapia preventiva per la f.a. lei dovrebbe assume re una terapia ansiolitica
ne poi affrontare una salita provochi palpitazioni in una persona sovrappeso ,questo è del tutto comprensibile

cordialita


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, la ringrazio tanto per la sollecitudine.
Vorrei solo precisare che queste "palpitazioni" non vengono solo quando affronto sforzi (tra l altro il peso sta calando) ma anche, talvolta con movimenti trascurabili, tipo chinarmi o simili. Comunque vorrei sapere se il mio atteggiamento di ignorarli e continuare il mio percorso di attività fisica possa essere positivo. Sono infastidita non preoccupata grazie

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Allora se non e' preoccupata sopporti con un sorriso

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso