Utente 560XXX
Buongiorno sono ex sportivo praticato fino a pochi anni fa, da poco mi sono riapprocciato all'attività fisica ma ho percepito delle aritmie.
Ora, siccome a esami fatti (eco con cuore definito dal cardiologo morfologicamente nella norma, apparte lievi insufficienze mitralica e tricuspide, ecg a riposo nella norma, Holter 3 derivazioni che non ha evidenziato aritmie, ECG sotto sforzo idem tutto ok, e devo dire che le sensazioni extrasistoliche effettivamente durante i test non le ho avute) risulta tutto ok, dovrei preoccuparmi secondo voi?
Mi spiego meglio, al cicloergometro non sono state evidenziate aritmie, che invece percepisco anche a salve durante la corsa. La mia curiosità è, escludendo possibili cause aritmiche di patologie congenite di difficile diagnosi (es. arvd, cpvt, wpw ecc) é possibile, visto che soffro di gonfiore dopo mangiato, che le aritmie che percepisco durante la corsa nascano da un problema gastrico?
Chiedo da ignorante, e mi spiego ancora meglio.
1 - Se al ciclo ergometro non è stato rilevato nulla, e possibile che correndo si solleciti maggiormente il movimento dello stomaco che quindi in qualche modo spinge sul diaframma mandando in tilt il cuore e questo mi causa lo sfarfallio fastidioso?
2 - Oppure per esempio, che io soffra (cosa possibile in quanto soggetto ansioso e tachicardico) di ipertono simpatico e durante lo sforzo questo scateni le aritmie?

O dovrei eseguire altri esami, approfondire e accertarmi della benignità dei battiti extra, vista l'insolita insorgenza sotto sforzo, cercando di escludere patologie più pericolose?

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
basta che lei programmi un Holter e di metta a correre durante la,registrazione
si toglierebbe dalla mentecatta tutti indubbi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 560XXX

Buongiorno.
Ma non sarebbe pericoloso?
Grazie.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
MA perche' dovrebbe essere pericoloso.
Registri il suo ECG mentre corre e dice di avvertire i sintomi.
Cosi' di tranquillizza

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 560XXX

Va bene dottore.

Per "pericoloso" intendevo che vorrei evitare di fare la fine di Morosini, calciatore morto in campo per FV da ARVD, o del nuotatore Dall'Aglio, morto per la stessa patologia durante l' allenamento in palestra, o di tanti altri atleti apparentemente sani le cui aritimie sono costate la vita.

Intendevo questo.

Grazie.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Tutti abbiamo extrasistoli.
Il suo rischio di morte improvvisa e' identico a quello dei miei figli: bassissimo ma non certo zero, perche' si puo' morire di arresto cardiaco anche a cuore sano

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 560XXX

Si, questo lo sapevo dottore, per esempio il famoso Vittorio Sgarbi ha avuto un occlusione coronarica in cuore sano.

La mia domanda era proprio riferita all'extrasistole in sé, può essere pericolosa vista l'insorgenza sotto sforzo?

Non le chiedo di fare ipotesi strampalate, e ho seguito alcuni suoi consulti che a tratti rasentano la comicità per le risposte che fornisce, cose del tipo "io alla sua età correvo dietro alle ragazze, la sua la sopporta ancora?" e le garantisco che apprezzo il suo modo di porsi nel tranquillizzare ironicamente i pazienti, non vorrei solo che fosse così abituato a farlo da sottovalutare il problema.

Per questo le chiedevo se il problema di gonfiore gastrico o di eccessiva attivazione adrenergica potesse sfociare in spina irritativa per extrasistoli durante la corsa, visto che effettivamente al cicloergometro non è risultato nulla di anomalo.
Ripeto, non vorrei fare la fine degli atleti famosi di cui le ho parlato,visto che certe patologie risultano difficili da diagnosticare anche a fronte di Eco doppler o altri esami di routine

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile utente io non sottovaluto un bel niente.
il mio modo per sdrammatizzare è normale.
supponga che lei faccia un viaggio in macchina a Parigi...1000 e rotti chilometri.
è sicuro di non avere incidenti? eppure nella sola Italia muoiono 5000 persone all anno per incidenti.
moltissimi falciati sulle strisce ....cosa fa le non attraversa più la strada? i rinchiude 8n casa?

il suo è un problema psicologico che deve affrontare con uno soecliasta di questo campo, che certo NON è il cardiologo

con questo chiudo la mia consulenza


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 560XXX

Perciò lei dice che l'insorgenza di aritmie sotto sforzo e una questione psicologica e non dovrei preoccuparmi?
Mi dovrei rivolgere a uno psicologo perché Percepisco extrasistoli durante la corsa e vorrei un parere di un esperto cardiologo?
Se lo dice lei dottore va bene..
Grazie del consulto