Utente 567XXX
Buongiorno, scrivo per avere un parere, ho sofferto in passato di una brutta polmonite con conseguente infarto con "torsione di punta" ma, tutto risolto con zero danni cardiovascolari, anni dopo ho avuto brutti episodi di extrasistole abbastanza invalidanti perché molto frequenti, fatto numerosi controlli cardiologici ma ogni volta non risultavano alterazioni tranne un "forse" disturbo elettrico (?) ero ansioso, i riflessi accentuati, sudorazione aumentata, mani e piedi sudati e freddi.. Mi hanno dato inderal 40mg x2.. . (sospetto ipertiroidismo ma i valori nella norma) Ho fatto un periodo di tranquillità.. Successivamente, non più di 7 mesi fa finisco in PS con uno screzio pancreatico che si è manifestato con un "blocco" del respiro, dolore fortissimo al lato sinistro del corpo e sensazione di infarto.. . Fatto di tutto, ecg, rx torace, eco addome, eco al cuore a colori e con i suoni (scusate i termini ma non sono medico) analisi del sangue.. . Mai nulla di rilevante, adesso mi ritrovo da giorni con un dolore nuovamente nella parte sinistra del corpo, sotto le costole.. . E una sensazione strana al cuore soprattutto quando respiro (presumo extrasistole) non fumo più da circa un anno e non bevo alcolici da anni.. . Sono un cuoco e quindi sempre di corsa, stress tanto.. Assumo inderal al mattino e tapentadolo per un dolore alla spalla sinistra dovuto a lesioni causate in anni di sport, diazepam al bisogno la sera.. . Ora, mi hanno sempre "rimbalzato" per i problemi allo stomaco in Ps.. . Liquidando il tutto come gastroenterite, stress, colon ecc.. Ora mi ritrovo nuovamente questo dolore che involontariamente mi porta a stress che presumo vada a caricare maggiormente il tutto.. Onestamente non so più cosa fare
Pronto soccorso nuovamente? Grazie mille

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei e' stata defibrillata?

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 567XXX

No, non sono stato defibrillato

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Quindi non ha avuto alcuna torsione di punta perché si muore

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 567XXX

Quello che è riportato sul referto dottore...in Ps hanno refertato così anni fa, io mi sono svegliato circa due giorni dopo in rianimazione con tubi ovunque, mi hanno rianimato ma non credo con defibrillatore, ma il referto parla di infarto miocardico con torsione di punta

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
bene mi mandi se vuole il referto di dimissione

mail

cecchinicuore@gmail.com
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 567XXX

Grazie mille, si glielo mando volentieri

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Come vede non ha inviato niente...

con questo la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 567XXX

Purtroppo mi trovo fuori casa dottore e non ho con me i referti, mi trovo nel Lazio e io sono Veneto, sto lavorando... Appena mia madre mi invia quel vecchio referto lo posso girare a lei.. Pazienti un attimo