Utente
Buonasera.
Le chiedo un piccolo chiarimento su alcuni episodi che mi capitano in maniera sporadica in alcuni determinati momenti.
Prima di tutto le dico che sono un ragazzo di 33 anni, 70 kg di peso e in passato ho sempre fatto sport.. .
Adesso sto lavorando come operatore oss sia in clinica che privatamente.
Praticamente spesso mi capita di aiutare pazienti a camminare, sollevare pazienti sempre aiutato da un collega, sederlo ecc. . e spesso ci si ritrova ad avere a che fare con pazienti oramai con zero capacità residue, e dunque spesso ci si ritrova a sollevare un peso morto.
Mi capita, raramente, però mi capita.. . che dopo uno sforzo, breve o continuo.. non proprio pesante, uno sforzo dove devo sostenere al 50 per cento della mia forza un paziente per farlo camminare o altro, non appena completo l operazione.. a volte sento una botta nel petto.. un tuffo al cuore, un colpo violento. . sento proprio un battito perso e poi la botta di quello successivo.. . non capisco perché mi capita nel momento del recupero (non mentre sto facendo lo sforzo) . . . la cosa strana e che durante lo sforzo il mio battito e il mio respiro e regolare.. . ma nel momento d riposo il cuore aumenta i battiti e a volte sento l extrasistole.. cioè al contrario se ci pensa.. .
Il fatto e per quei due secondi rimani un po' in incantesimo diciamo.. spaesato.. un brivido che ti attraversa, un leggero sbandamento e poi tutto torna normale. . volevo capire se devo preoccuparmi.. .
A volte ma molto molto più raramente mi capita quando ho un rapporto con la mia ragazza.
La ringrazio in anticipo per ogni chiarimento.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sono banali extrasistoli del tutto benigne
Si tranquillizzi

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio..non serve nemmeno che le chieda come mai appaiono dopo lo sforzo e non durante...
Evidentemente sono solo fattori di compensazione...e che a volte lasciano davvero di sasso...e come le dicevo,e strano il paradosso che non vengono durante ma dopo..quando uno recupera.
Grazie per questa breve e velocissima risposta.
Buonaserata