Utente cancellato
Salve dottore.
sono un ragazzo di 26 anni e fin dall’età adolescenziale soffro di ansia e attacchi di panico.
Tempo fa ho effettuato una cura che ha abbastanza attenuato i sintomi, anche se mi capita comunque spesso, in periodi di ansia e stress dovuti a studio e lavoro, di avvertire una fastidiosa tachicardia che arriva anche a 120/130 bpm e si protrae anche per tutto l’arco della giornata a momenti alterni.
Ho effettuato tutti gli esami tra cui eco, ecg prova da sforzo ed holter che sono nella norma.
Ora mi chiedevo, è pericoloso avere il cuore accelerato fino a 120/130 bpm in effetti in condizioni di riposo fisico, ma di stress psicologico?
Può arrecare problemi gravi a lungo andare?
Anche se la tachicardia si portare per gran parte della giornata, può essere pericolosa e causarmi problemi?
Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
nessun danno.
Non mi torna tuttavia il fatto che abbia eseguito anche l holter che però sarebbe risultato normale. Vuole dire che non era rilevata una tachicardia di tale entità?

grazie
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
574874

dal 2019
Si dottore entrambi gli holter che ho effettuato rilevarono una frequenza di 145 bpm di notte (ero sveglio a causa di ansia) mentre l’altro una frequenza max di 130 bpm sempre dovuta ad ansia e non ad uno sforzo fisico... entrambi gli holter di notte hanno rilevato una frequenza relativamente bassa, uno di 45 bpm, l’altro di 60 bpm (quella notte dormii davvero pochissimo). Alla luce di questi dati, le ribadisco la domanda di inizio consulto: questa mia tachicardia prolungata che arriva anche a 130 bpm, può essere pericolosa e/o evolvere in una tachicardia più seria? Grazie

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
la risposta rimane la stessa.
ma la sua ansia va curata

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
574874

dal 2019
Dottore buongiorno. Mi scusi se la ricontatto ne medesimo consulto. Vorrei riprendere la tematica di ieri.. stamattina sono all’università per degli esami ed è dalle 10 ad ora che la mia frequenza cardiaca tocca i 150 bpm... non riesco a calmarmi anche se mi sforzo di stare tranquillo.... questa frequenza così alta potrebbe causarmi qualche problema o potrebbe trasformarsi in qualcosa di più grave? Sono preoccupato perché non riesco a calmarmi e a rallentare i battiti

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non puo' farmi la telecronaca dei suoi disturbi.
Si deve fare curare da uno psichiatra per l'ansia.
Lei nion ha problemi cardiaci

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
574874

dal 2019
Grazie della risposta dottore. Sono da poco rientrato a casa e misurando la febbre mi sono accorto di avere una temperatura di 38’5. È possibile che questa tachicardia sia dovuta alla stessa febbre? Attualmente ho 144 bpm, misurati al polso con cronometro. È troppo elevata come frequenza in caso di febbre? La ringrazio

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ma lei, a 26 anni, non sa che la frequenza aumenta con la febbre?
Abbia pazienza ma certe cose le sa anche il pizzicagnolo all'angolo della strada..

Con questo la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza