Utente 288XXX
Da anni prendevo al mattino Lortaan da 100 per mantenere sotto controllo la mia pressione con ottimi risultati.
Da un paio di mesi però i valori restavano alti sia la sera che di primo mattino (oltre i160/75), abbastanza vicini alla norma nel corso della giornata.
Su recente prescrizione del mio medico sono passato a irbersartan da 300 da un paio di giorni, ma i picchi alti permangono.

Chiedo;
1.
il cambiamento di principio attivo crea problemi di adattamento?

2.
Quanto tempo ci vuole, ovviamente con tutte le approssimazioni del caso, perché il medicinale eserciti con compiutezza il suo effetto?

3.
L'asportazione laparoscopica, avvenuta a luglio (enucleazione senza coinvolgimento della funzionalità renale) di un piccolo tumore a cellule chiare parzialmente esofitico al terzo medio superiore al rene sx (niente radio- o chemioterapia) può aver avuto effetti sull'innalzamento della pressione?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
rispondo con ordine

1- sono farmaci del tutto simili , quindi non c è alcun adattamento

2 essendo entrambi sartani l effetto ammesso e concesso che ce l abbia dovrebbe essere eimmediato

3 è possibile

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 288XXX

Prima di tutto la ringrazio per la sua rapidissima risposta. Approfitto subito della sua cortesia per approfondire la questione:
1. " ammesso e concesso che ce l abbia"...quindi a volte non funzionano? E se questo fosse il mio caso (al momento a me sembra così) bisogna cambiare il principio attivo?
2. il mio medico mi ha detto di verificare i valori per una quindicina di giorni: corro forti rischi con i picchi da 160- 170?
3. Domanda penso complessa assai: in che modo l'intervento che ho subito al rene potrebbe influire sulla pressione?
Ringrazio e resto in fiduciosa attesa.