Utente
Gentili dottori,
Confido nella vostra pazienza e disponibilità per tentare di sciogliere un dubbio che mi perseguita da non poco tempo.

Ho 18 anni, senza patologie note.
Non fumo, non bevo e sto seguendo un piano alimentare da un anno circa per ridurre il mio peso (ho perso 11kg ma sono ancora leggermente sovrappeso).
Sono un soggetto estremamente ansioso.


Passo ora a esporre il mio problema.

Premetto due cose:
1.
In primo luogo è un periodo abbastanza complesso per me a livello emotivo a causa di alcuni eventi familiari (ed essendo io già piuttosto ansioso, questo mi ha messo in tensione parecchio e per questo ho iniziato a prendere prima di dormire 2 compresse di valeriana dispert)
2.
La sensazione che vi sto per esporre è estremamente difficile da spiegare, ma faró del mio meglio.


È da qualche tempo che tengo d’occhio la pressione arteriosa e i battiti (per scrupolo) e rientra tutto nella norma.
Battiti attorno ai 70bpm e pressione attorno ai 122/73 (ho fatto la media delle recenti misurazioni).

Il mio problema emerge solo ed unicamente quando sono sdraiato nel letto prima di addormentarmi, durante la giornata non ho assolutamente nulla.

Quando sono sdraiato infatti (non tutte le notti ma comunque spesso) dal nulla percepisco un vuoto, un tuffo al cuore che si diffonde rapidamente alle braccia e mi fa sentire in pericolo (mi verrebbe da fare il paragone con quando ci si spaventa) e istintivamente mi viene da spalancare gli occhi e muovere gli arti per cercare di scrollare da addosso quella situazione.

Non si tratta di battiti persi e poi recuperati in velocità come in un’extrasistolia in quanto i battiti sono regolari in ritmo e velocità.

Finito l’episodio (che dura pochi secondi) torna tutto nella norma e non sento nulla, a meno che l’evento si ripresenti da lì a poco.

Una volta addormentato peró, non mi succede più.


Ora,
Si tratta di un evento pericoloso o si tratta della mia ansia che in questo periodo riconosco essere più accentuata che mai?


Vi ringrazio anticipatamente,
In attesa di risposta vi auguro cordiali saluti,
Samuel.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
lei esclude a priori una extras8tole perché il uniremo batte regolare e quindi come cardiologo non so cosa dirle
probabilmente l ansia le gioca brutti scherzi
anche perché la valeriana fa molto bene a chi gliela vende...
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta.
In merito alla valeriana sono parecchio d’accordo, non noto alcun effetto positivo dopo l’assunzione.
In merito al mio intervento legato alle extrasistole, ci tengo a sottolineare che l’ho fatto senza superbia o saccenza ma semplicemente, avendone sofferto in passato, le ho fatto notare che ho escluso quella patologia dato che i sintomi non hanno a che fare con quelli che avevo quando mi era stata diagnosticata.