Utente
Buonasera dottori, vi scrivo per risolvere alcuni dubbi riguardo l'attività fisica, nello specifico, in palestra.
Premetto che soffro d'ansia e attacchi di panico da 5 anni, ansia correlata alla salute (in particolar modo proprio alla salute cardiaca).
Questo mi ha portato un anno fa ad eseguire dei controlli cardiologici "base".
ECG, Ecodoppler e Holter 24H, in quanto alle volte mi capitava (e capita ancora oggi) di avvertire il cuore saltare un battito.
ECG e Holter non hanno evidenziato nulla di particolare, dall'ecodoppler è risultato invece un "lieve prolasso del LAM" che il mio cardiologo di allora ha definito come una cosa di poco conto.

Ho sempre fatto sport fin da piccolo (calcio), ma mi sono fermato dopo che sono emersi i problemi di ansia.

Due anni fa ho fatto attività fisica in sala pesi per circa 6 mesi, devo dire che mi sentivo meglio per quanto riguarda l'ansia, tuttavia mi capitava delle volte durante l'attività di avvertire anche in quel caso il cuore saltare un battito.
Innanzitutto mi chiedo se ciò fosse normale (in particolar modo perchè avveniva in condizione di sforzo fisico).

Adesso vorrei riprendere con l'attività fisica, ho letto che l'esercizio in sala pesi contribuisce all'ingrossamento del ventricolo sx e aumenta il rischio di morte improvvisa, sconsigliate questo tipo di attività?
Le extrasistole che avvertivo sotto sforzo possono essere sintomo di qualcosa di serio o solo ansia?
Consigliate anche un ECG da sforzo prima di riprendere quasiasi tipo di attività fisica?
Scusate se mi sono dilungato troppo ma ho condensato in un post la mia "storia" clinica ed i miei dubbi.
Grazie in anticipo per le risposte.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La pesistica è una attività stupida è inutile e dannosa
Tanto è vero che nessun animale La fa

Se fa
Sport deve eseguire una prova da sforzo massimale ogni anno

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Certo, però subentrano anche degli aspetti psicologici non ininfluenti nel vedersi (e nel mio caso sentirsi) meglio. Per quanto riguarda quelle extrasistole avvertite durante lo sforzo, secondo lei ci sarebbe motivo di preoccuparsi?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Per essere più tranquillo,leimdeve eseguire un Ecg sotto sforzo ed una ecografia cardiaca ogni anno.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso