Utente 557XXX
Buonasera sono una ragazza di quasi 20 anni, da anni soffro di attacchi di tachicardia che arrivano a 140 bpm.
A gennaio 2018 ho effettuato una visita cardiologica piccolo soffio al cuore trascurabile e tachicardia sinusale.
Ieri sono andata dal neurologo per la mia emicrania e mi ha detto di fare una visita cardiologica di nuovo per la tachicardia, per potermi prescrivere beta bloccanti.
I miei battiti a riposo si mantengo tra 100 e 110.
Ho prenotato una visita privata ed è purtroppo il 26 maggio.
È pericoloso restare così fino a maggio?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La cosa piu' intelligente e' eseguire un Holter.
Lo fanno anche in farmacia..

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 557XXX

La ringrazio per la celere risposta, non ho precisato che sono portatrice di anemia mediterranea e spesso ricorro a terapie di ferrofolin per bassa sideremia, gli ultimi esami di ottobre erano a posto tranne la ferritina bassa. Soffro di reflusso gastroesofageo e sono anche ansiosa e piena di studio.