Utente 581XXX
Salve dottori, volevo sapere se è il caso di fare ulteriori indagini sulla base di sintomi che accuso.

Premetto che sono un soggetto molto ansioso e siccome ultimamente mi sono recato anche dal neurologo perche ero convinto di avere problemi mi hanno anche consigliato un percorso psicoterapeutico per curare l ansia, tuttavia non sono certo che anche i sintomi cardiaci che ho siano da attribuire all'ansia.


Praticamente mi succede molto spesso che basta che io stia in posizione eretta che il cuore raggiunge subito i 110 battiti circa, provocandomi anche fastidio al petto.
Se mi sdraio inizialmente da un po fastidio al petto perché il cuore ancora si deve adattare alla nuova posizione e poi si inizia a calmare, ma basta che io mi ri alzi che subito torna tutto.
Purtroppo io sto perdendo le certezze che un ragazzo di 20 anni dovrebbe avere, perche ho anche paura di uscire dato che queste tachicardie non riescono a farmi pensare ad altro.
Qualche mese fa sono stato in pronto soccorso due volte a causa di sintomi simili e con un elettrocardiogramma non hanno notato nulla di anomalo.
Ho successivamente fatto anche un ecocuore che però non ha evidenziato alcun problema.

È il caso di procedere con le indagini?
Mi sembra strano che l'ansia provochi tachicardie soltanto in certe posizioni ecco.
Queste condizioni comunque non sono nuove e furono anche lo stesso motivo per cui io mi recai dal cardiologo per effettuare l'ECG e l'Ecocardiogramma.
Chiedo questo consuto perché sono ipocondriaco e questi sintomi che ho mi fanno molta paura se ci penso, per cui prima di sentire il mio medico mi farebbe piacere che qualcuno mi aiutasse a capire più o meno come devo comportarmi. Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La sua banale tachicardia non necessita di ulteriori accertamenti
Uno psicoterapeuta le potrebbe essere estreammente utile per vincere le sue paure

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 581XXX

Grazie per la risposta ma avevo anche un altro dubbio che ho dimenticato:
È normale che il cuore varia battito ogni secondo praticamente in base a come respiro? nel senso che nel momento in cui inspiro il battito inizia ad aumentare frequenza in maniera palese e poi quando l aria la butto fuori il battito rallenta tantissimo e diventa addirittura lento (tutto auesto me lo fa quando sono sdraiato altrimsnti praticamente sono sempre veloci). E poi ri diventano subito veloci appena respiro ancora.
Penso che se facessi un holter vedrebbe degli incredibili sbalzi tra tachicardia e battiti normali nel giro di pochi secondi.
Inoltre mi sembra molto irregolare forse anche a causa di questo fenomeno, però boh il cardiologo me lo ha sentito il cuore ma non mi ha detto nulla