Utente 585XXX
Salve ho 40 anni h.
1.76 kg.
80 tre mesi fa circa dopo aver assunto 4 tazzine di caffè nel giro di un paio di ore tra le 4 e le 6 del mattino ho sentito il cuore uscire dal petto tachicardia, vampate di calore, giramento di testa diarrea.
Recatomi al pronto soccorso dopo vari accertamenti la diagnosi è stata: sospetta influenza intestinale.
Ho eseguito tutte le analisi del sangue compresi quelli della tiroide con visita endocrinologica più ecografia tiroidea tutto nella norma.

Ho eseguito ECG più Ecocolordoppler cardiaco tutto nella norma ma i battiti cardiaci durante il giorno superano i 100bpm.

Cosi ho eseguito Test da sforzo con seguente diagnosi:prova da sforzo interrotta al carico 125 W all'85% della FCTM.
ECG nei limiti all'asse dello sforzo non si osservano modificazioni significative della fase di polarizzazione ventricolare.
Non sintomi.
Non aritmie.
Profilo pressorio tendente all'ipertensione con rapida normalizzazione dei valori nel recupero.
Ottima tolleranza allo sforzo.
Prova negativa per segni e sintomi di ischemia miocardica da sforzo.
Tengo a precisare che la pressione arteriosa oscilla tra i 120/80 max, mentre i battiti superano velocemente i 100 bpm appena mi muovo.

Cosi ho eseguito un Holter 24 ore diagnosi:
Ritmo di base sinusale costante
Elevati valori di frequenza cardiaca media (min 52-media 92 max 163).

Normale conduzione atrio-ventricolare
Normale conduzione intro-ventricolare
Assenza di cause patologiche
Qtc medio normale.

Questo il quadro riassuntivo degli esami e risultati fatti ho la visita con il cardiologo tra una settimana
E i battiti appena mi muovo arrivano velocemente a 120 se mi riposo tendono a scendere.

Trattasi di una tachicardia?
e se si di che genere?

Terapia consigliata?

Grazie mille a voi tutti.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ha esami normali
Stia lontano da caffeina e derivati ed ovviamente da eventuale nicotina
Utile un prelievo per dosaggio ormoni tiroidei (TSH,fT3,fT4)

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 585XXX

Grazie della tempestiva risposta.I prelievi degli ormoni tiroidei fatti a novembre evidenziavano:
TSH O,641 RIF 0 ,27-4 20
FT3 3,35 RIF 2-4,4
FT4 17,80 RIF 9.30-17
ANTI TPO EB 118,0 RIF <34
ANTI TIREOGLOBULINA <10 RIF <115
Dalla visita endocrinologia si evince una adeguata funzione ghiandolare tiroidea in tireopatia cronica autoimmune.No noduli in eco.
A gennaio ho ripetuto solo il TSH ed è risultato 0,591.
Come possono essere interpretati questi risultati?
La tachicardia dipende dalla tiroide nel mio caso?
Quale potrebbe essere la causa di questa tachicardia? E se fosse la tiroide è normale che a riposo i battiti siano intorno ai 70-80 mentre mi attivo superano i 100?
In attesa di un gentile riscontro la ringrazio nuovamente.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
In realta il valore di fT4 e' maggiore del massimo del range (e contemporaneamente il TSH e' ai limiti bassi, come vede)..
Puo' essere causa di una modesta tachicardia come la sua

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 585XXX

Dottore
Quindi devo curare la tiroide per far abbassare i battiti cardiaci?
Ho capito bene?
O devo assumere farmaci per il cuore?
Mi scusi ma sono nel pallone più totale.
La ringrazio infinitamente con la celerità con cui mi ha risposto.
Saluti

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Deve rivolgersi al suo endocrinologo per curare la tiroide.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 585XXX

Buongiorno Dottore
Dopo una prima visita cardiologica mi è stato detto che il cuore sta bene e che la mia è una tachicardia sinusale dovuta ad ansia...fare tanto sport tanto cardio sudare sudare sudare...mi è stato prescritto cardicor da 1.25mg...
Conviene con questa diagnosi?
Per quanto riguarda la tiroide in settimana farò esame di altri 2 ormoni al momento non mi è stato prescritto nulla ma solo di tenerla sotto controllo.
Grazie infinite

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Chi le dice di sudare sudare sudare evidentemente Sa ben poco di medicina .

detto questo è probabile che la sua tachicardia sia su base ansiosa . Controlli però fT3, fT4 e TSh

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 585XXX

Dottore io la ringrazio tantissimo ma proprio non capisco l 'endocrinologo non mi ha prescritto nessuna terapia sulla base dei risultati endocrinologici ci sta quel valore del TF4 ma che solo per questo dato non è prevista terapia...
Il cardiologo mi ha detto di fare tanto cardio
La prego se la diagnosi è sbagliata cosa dovrei fare????
Attendo con ANSIA il suo verdetto
Grazie infinite

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei ha un fT4 leggermente piu' elevato del lomite massimo e pertanto puo' darsi che la fastidiosa tachicardia sia legata a quello.
Eventualmente piccole dosi di beta bloccanti potrebbero esserle utili.

Non certo sudare sudare sudare....che non ha senso e solo un ignorante in medicina potrebbe aver detto.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente 585XXX

Salve Dottore
Visto il periodo di quarantena forzata a casa non ho effettuato le analisi di due altri ormoni su richiesta dell'endocrinologo che hanno a che fare con il funzionamento dei reni se ho capito bene...
Da quando sto prendendo cardicor da 1.5 Mg e tra l'altro la pasticchetta la divido a metà i battiti sembrano oscillare tra gli 80-90 rare volte ho sentito quella tachicardia forte.
Approfitto della sua bontà per chiederle qual è il range entro cui il num.dei battiti sono considerati normali
Inoltre ho notato con l'assunzione di questo farmaco una diminuzione dei valori pressori 110/ 70 in media.
La ringrazio infinitamente
A presto

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
il cardicor eventualmente è da 1,25 mg e non 1,5...
lei ne assume mezza a quanto dice quindi un dosaggio inefficace perfino per un criceto..arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#12] dopo  
Utente 585XXX

Si esatto dottore 1.25 mg
E quella pasticca adesso che sto a casa la sto dividendo in 2 e cmq da quando la prendo i battiti non sono più forti come prima...mi scusi se glielo richiedo ma qual è il range entro cui devono stare i battiti???
Prima o poi scoprirò da dove esce fuori sta maledetta tachicardia
Grazie infinite

[#13]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
l'amore frequenza normale èattorno ai 72 bpm, ma è influenzata da moltissimi fattori e pertanto il range normale è tra 60 e 90 bpm

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#14] dopo  
Utente 585XXX

Buonasera Dottore
Da oltre due settimane sembrerebbe che i battiti siano nel range ideale idem la pressione arteriosa misurandola all'incirca 4-5 volte al giorno.Un tarlo però mi tormenta.Nel petto altezza cuore sento dei fastidiosi doloretti,punzecchiare,fastidio,bruciore e nella stessa altezza più o meno nella parte dietro della scapola quindi sotto la spalla avverto dolore.Leggendo nel favoloso mondo virtuale mi sono imbattuto nella Angina Pectoris (naturalmente me la sono già diagnosticata ).Le ultime ECG risalgono a qualche mese fa assieme a eco,sottoforzo,holter ecc.
le chiedo se si potrebbe trattare di A.P nel mio caso e se dai controlli sopra eseguiti si poteva evincere questa A.P.
Come sempre la ringrazio infinitamente
Saluti Cordiali

[#15]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il tipo di,dolore che lei descrive non ha le,caratteristiche del,dolore anginoso.

Eviti di girovagare su internet a trovare diagnosi bislacche

la,saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza