Utente
Buongiorno gentili Dottori,
Come da titolo del post, vorrei chiedere informazioni riguardo all'eventuale collegamento tra l'ormai famoso coronavirus e l'ipertensione: ho letto dappertutto che le persone ipertese sono considerate molto più esposte al virus rispetto ai normotesi.
Addirittura, l'ipertensione negli articoli che ho letto è considerata essere una vera e propria malattia cardiaca, quando poi, tutti i medici con i quali ho parlato non hai mai considerato l'ipertensione una malattia cardiaca.

Detto ciò, dato che da quello che ho capito, il coronavirus non c'entra assolutamente nulla con il cuore, mi sapreste dire se è vero che gli ipertesi possono incorrere in maggiori rischi rispetto ai normotesi?
Inoltre, se un iperteso si cura adeguatamente con una costante terapia anti-ipertensiva e se, quindi, riporta i propri valori pressori nella norma, perchè dovrebbe incorrere in maggiori rischi?

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Infatti non corre alcun maggiore rischio
Si
Muore
Per insufficienza respiratoria non per
Scompenso cardiaco

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza