Utente
Buonasera...
Cercherò di essere quanto più preciso possibile, sebbene non riesca a descrivere con piena precisione i miei sintomi...
Ho 20 e da qualche mese inizio ad avvertire strane e molto fastidiose fitte, non continue nell'arco della giornata bensi sporadiche e singole con la particolare caratteristica di svanire completamente appena sveglio e ricomparire nell'arco delle 24, nella zona sinistra del petto (a volte come una sorta di brontolio da fame sulla zona del cuore, con conseguente aumento del battito cardiaco e altre come una gocciolina che scende lungo il petto o come insettini che si muovono da una parte all'altra, non so se utilizzare il termine brontolio sia corretto, ma non sapendo effettivamente come descrivere il fastidio provo a utilizzare parole mie quante più simili possibili a quanto sento)...
I primi tempi molto spaventato ho eseguito visita cardiologica con ecg, dal quale il medico non ha rilevato patologie a livello cardiaco e che eventuali anomalie presenti siano da attribuire al mio stato d'ansia, identificando i fastidi come dolori intercostali...motivo per il quale medico mi è stata prescritta una pomata da passare sulle parti interessate 2 volte al giorno per una decina di giorni e delle capsule a base di vitamina b idonee a trattare disturbi nevralgici (per essere precisi le NEURABEN)...
Ho avuto l'accortezza nei giorni successivi di rispettare con meticolosità la cura imposta dal medico, ottenendo si una notevole diminuizione dei casi di dolore e fastidio ma non la loro scomparsa definitiva, motivo che mio malgrado mi mantiene in costante ansia...
Chiunque mi parli mi dice che il problema risiede nella mia testa, che sono troppo ansioso...ed effettivamente quando capita di distrarmi, per esempio uscendo con gli amici o all'università a lezione, non ho alcun sintomo, non si verifica nessun fastidio...
Non so davvero come comportarmi, ma purtroppo non riesco più a stare sereno, consapevole che almeno una volta al giorno possa accusare questi fastidi...
Dunque è realmente la mia testa ad accentuare il tutto, ho solo bisogno di non pensarci e rimanere tranquillo??
?
?


Vi ringrazio per l'attenzione, spero di aver reso chiara la mia situazione

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
I sintomi che lei descrive sia per tipo che per durata escludono una origine cardiaca
Mi pare che lei dovrebbe curare la,sua ansia

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza