Utente
Premessa: Ho 51 anni, ho infarto miocardio 6.08.
2011 risolto con stent.
Prendo Sinvacor, Seloken, aspirinetta.
Prendo TRIATEC HCT 5mg+25 Da una settimana fatico a dormire e lavorare perché per quasi tutta la giornata o quasi tutta la notte sento battiti del cuore più profondi e incisivi del solito, non ne posso più, talvolta accompagnati a mini vampate di calore zona orecchie collo.
La notte poi da coricato, avverto i battiti irradiarsi in modo consistente, come tonfi, al collo e alle orecchie tanto che mi alzo per il disagio e l’impressione quasi che mi manchi il respiro.
La cosa dura ore e non riesco a prendere sonno mi divincolo o muovo braccia o gambe nella speranza cambi qualcosa ma non cambia nulla.
Ieri e oggi ho misurato pressione e battiti, sono perfetti: 119max/77min/66battiti cosa mi succede?
Grazie sin d’ora.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non succede alcunche'.
Assumendo beta bloccanti il ritmo cardiaco si riduce come frequenza e pertanto aumenta il riempimento in diastole: durante la sistole viene pertanto espulso un volume di sangue maggiore perche' aumenta il tempo di riempimento e pertanto il ventricolo sinistro espelle una quantita' maggiore ogni battito il che puo' essere avvertito con fastidio da parte del paziente.
Piuttosto il dosaggio di diuretico contenuto nel Triatec HCT mi pare molto elevato e non so perche' sia stato prescritto.
Beva almeno 1,5-2 litri di acua al di.e controlli azotemia creatininemia ed elettroliti

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto. Riguardo al dosaggio del Triatec, prima prendevo Triatec 5mg e mentre la massima si era assestata, continuavo ad avere la minima alta, sempre a 100/110 circa. Solo a quel punto il cardiologo mi suggerì di provare una nuova formulazione il cui nome appunto è Triatec 5mg +25 quindi lo stesso dosaggio di Triatec a cui sono aggiunti 25mg di idroclorotiazide (è indicato sul frontespizio della confezione) a quel punto notai che finalmente anche la minima era scesa (e per fortuna!) . Il famoso +25 di diuretico in ogni caso mi ha solo aumentato lievemente la diuresi, ma ora la mia pressione è perfetta. Spero di averle chiarito un po’ i motivi dell assunzione di questo nuovo farmaco, soprattutto la ringrazio per le analisi che mi ha suggerito di fare nella sua chiosa, li farò senz’altro. Ancora grazie, cordialità.

[#3] dopo  
Utente
Mi scusi dottore, sono in procinto di fare gli esami del sangue e controllare ciò che lei mi aveva consigliato, inoltre, ho dimezzato la pastiglia di TRIATEC HCT 5+25 quindi ogni mattina prendo solo mezza pastiglia anzichè pastiglia intera. La misurazione della pressione più facilmente mi riporta valori bassi rispetto ai 120 - 80 (come ad esempio stamattina 111-75) tuttavia continuo a sentire qualcosa che non va e ora sono più preoccupato perchè questa questione non cessa, non ne posso più, cosa mi sta succedendo? . A volte ho una sensazione di lieve soffocamento, sembra che i lati del collo vadano sottovuoto, mi succede a volte per poco tempo, tipo una mezz'oretta, ma stamattina mi è cominciata alle 7 e sono le 10,45 e ancora sta sensazione continua...talvolta, proprio come questa mattina, ho fame d'aria (cioè devo fare respiri più profondi perchè sento come se nei polmoni mi entrasse poca aria, devo fare dei bei respiri profondi e questo mi dura di solito un oretta) e continuo ad avvertire i battiti del cuore, li sento più consistenti, più pesanti (lei mi ha spiegato che è dovuto ai betabloccanti ma io i betabloccanti li prendo da anni e solo ora avverto queste sensazioni) . La questione ormai va avanti da più di un mese, mi provoca difficoltà nel sonno, non dormo, spesso nel letto devo divincolarmi o cercare di muovere le braccia o le gambe in cerca di sollievo... durante il giorno devo alzarmi dalla scrivania a causa di questi fastidi . LE aggiungo che dopo una telefonata al mio cardiologo lo stesso mi ha detto di provare con ANSIMEL (quindi sto prendendo tutti i giorni un pò di integratori ovvero 4 pasticche di valeriana, 4 pasticche di ANSIMEL e due pasticche di MELATONINA) ma vedo che non cambia nulla. Le chiedo cortesemente un parere.

[#4]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Beh quei prodotti che indica non servonoa ssolutamente a nulla.
Provi con ansiolitici veri (alprazolam per esempio).

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza